Post in evidenza

CONVEGNO ONLINE |Pearson – Lang | SECONDARIA DI I E DI II GRADO – Plurilinguismo e Educazione civica – Martedì 30 marzo 2021, dalle 16.30 alle 18.30

Quale contributo può offrire l’insegnamento delle lingue straniere, e in particolare il plurilinguismo, nell’insegnamento dell’Educazione civica?
Nel convegno online organizzato da Pearson – LANG Edizioni approfondiremo come la lezione di lingua straniera possa sviluppare le competenze di cittadinanza democratica attraverso il dialogo, il confronto, il lavoro collaborativo, le attività di mediazione, il focus sulla comunicazione efficace e molto altro.

Per iscrizioni: https://convegni.pearson.it/it-IT/subscription

L’evento prevede il rilascio dell’attestato di partecipazione.

Post in evidenza

Modulo per l’iscrizione ai laboratori online (MEET) per docenti, studenti e genitori Ambito 6 Lombardia (febbraio – maggio 2021)

Il modulo al link https://forms.gle/1DnbjhGEMNjxBpQHA è relativo alle iscrizioni

  • ai Laboratori online TECNICI,
  • ai Laboratori di CITTADINANZA DIGITALE,
  • ai Laboratori di DIDATTICA INNOVATIVA con le TECNOLOGIE MUSICALI,
  • al laboratorio “Il TEATRO e l’EDUCAZIONE” e
  • al seminario di approfondimento SOCIOLOGICO
  • che saranno presentati il 19 febbraio 2021 in due sessioni, dalle 14:30 alle 15:30 e dalle 17:30 alle 18:30 (https://forms.gle/c4C8MFe2S8edZy5J6 per la registrazione all’evento entro il 18 febbraio ore 23:59).
  • L’incontro del 19 febbraio 2021 fornirà inoltre informazioni circa le modalità di svolgimento dei corsi blended (sincrono e asincrono) previsti nei mesi di marzo, aprile e maggio e di eventuali corsi in autoformazione condotti da animatori digitali e componenti Team Innovazione Digitale Ambito n.6 Lombardia. Offrirà infine l’opportunità per accogliere riflessioni e richieste specifiche da parte di singoli istituti e/o gruppi disciplinari.

L’ID riunione in MEET sarà fornito entro le ore 12:00 del giorno di svolgimento del laboratorio esclusivamente ai docenti iscritti.

Post in evidenza

Registrazione del Laboratorio online “Registrazione delle sessioni MEET ed esclusione utenti in MEET”

Il laboratorio è stato condotto il 17.12.2020 da Marzia Vacchelli, docente di Lingua e Cultura Tedesca presso il Liceo Veronica Gambara di Brescia e Risorsa Ambito n.6 Lombardia (Brescia, Hinterland e Val Trompia) dall’a.s. 2019/20.

Durante il laboratorio sono state illustrate le modalità di apertura di un MEET, di creazione e condivisione di un Jamboard, di registrazione di una sessione MEET, di esclusione di utenti.

Post in evidenza

Registrazione Laboratorio online 9.12.2020 sessione delle ore 15:00: Presentazioni GOOGLE Interattive Live con NEARPOD

Il Laboratorio è stato condotto da Marzia Vacchelli, docente di Lingua e Cultura Tedesca presso il Liceo Veronica Gambara di Brescia e risorsa ambito n.6 Lombardia (Brescia, Hinterland, Val Trompia) dall’a.s. 2019/20.

Per informazioni riguardo i nuovi laboratori online e il piano di formazione 2020/21 che sarà presentato nei prossimi giorni durante la Conferenza dei Dirigenti Scolastici Ambito n.6 scrivere a mediaeducation@liceogambara.edu.it

Piano di Formazione 2021 – Ambito n.6 Lombardia : eventi formativi ONLINE rivolti a docenti, Team Innovazione Digitale, Studenti e Genitori.

Con il presente modulo si intende raccogliere le richieste di iscrizione agli eventi formativi online coordinati dalla prof.ssa Marzia Vacchelli, docente di lingua e Cultura Tedesca presso il Liceo Veronica Gambara di Brescia e risorsa ambito n.6 Lombardia per la formazione rispetto ai seguenti temi:
Didattica Innovativa
Media Education

Una volta raccolte le richieste di iscrizione, sarà cura della prof.ssa Vacchelli contattare i docenti, gli studenti e i genitori interessati comunicando il calendario degli eventi e le coordinate per partecipare ai laboratori online.

I docenti e gli studenti non appartenenti all’ambito n.6 possono chiedere di partecipare inviando una richiesta a mediaeducation@liceogambara.edu.it

Tema eTwinning, un 2021 all’insegna di “Alfabetizzazione mediatica e disinformazione” – eTwinning Italia

Per tutto il 2021 la community si concentrerà nel promuovere l’alfabetizzazione mediatica e affrontare la disinformazione attraverso numerose attività: dalle opportunità di sviluppo professionale agli eventi e ai convegni online, dalle campagne di comunicazione e pubblicazioni agli articoli in evidenza sul portale.

@Redazione ETwinning

Fin dalla sua nascita – nel 2005 – la community eTwinning promuove l’alfabetizzazione mediatica 

concentrandosi sull’integrazione degli strumenti digitali nella vita quotidiana di insegnanti e studenti.

Particolare enfasi è stata data alla cittadinanza digitale, con lo scopo di diffondere consapevolezza e responsabilità negli studenti sull’uso degli strumenti digitali.  

Con lo sviluppo dei social e la crescita esponenziale della produzione e diffusione delle informazioni online diventa sempre più centrale considerare la media literacy e la lotta alla disinformazione e alle fake news sfide quantomai attuali, soprattutto a scuola, per la formazione delle nuove generazioni di cittadini.

Anche per questo motivo, nel 2021, la community di eTwinning vuole dedicare tutte le sue risorse a questa tematica, inaugurando l’anno su “Media Literacy and Disinformation”. L’obiettivo sarà quello di coinvolgere scuole e docenti, ma anche famiglie, istituzioni, ambasciatori e tutti gli stakeholders (incluse ovviamente le Unità nazionali eTwinning), per sensibilizzare sul tema e far fronte alle sue problematiche attraverso numerose attività, tra cui: opportunità di sviluppo professionale, eventi e convegni online, campagne di comunicazione, produzione di pubblicazioni e articoli.


Ma cosa si intende per “alfabetizzazione mediatica” e “disinformazione”?

Per “disinformazione” si intendono quelle informazioni dimostratesi false e fuorvianti che vengono create, presentate e diffuse per ottenere un tornaconto economico o per ingannare intenzionalmente il pubblico, e che potrebbero creare danni sociali o pubblici.

All’interno della piattaforma eTwinning è disponibile per tutti i registrati il nuovo Gruppo eTwinning “Media Literacy and Disinformation”, che presenta una raccolta di interessanti materiali realizzati da tutta la community sul tema.

Sei già iscritto a eTwinning?

Scopri di più su eTwinning

Partecipa alla formazione online eTwinning:

etwinning.indire.it/tema-etwinning-2021-allinsegna-di-alfabetizzazione-mediatica-e-disinformazione/

BRaVE BRaVE: Building Resilience against Violent Extremism and Polarisation

The BRaVE Project

Europe has grown increasingly polarised in recent years. At a time of great global uncertainty, European societies have been fractured by movements hostile to democratic norms. How can we understand this rise of polarisation across Europe? What can European countries learn from the studies, policies and programmes implemented so far to counter violent extremism? And what tools can we develop to build more resilient communities?

The BRaVE Project is made up of a consortium of experts from universities and civil society organisations from across Europe, exploring how and why violent extremism develops and what we can do to best respond to it.

To learn more about the BRaVE Project – its aims, objectives and outputs – check out our flyer here.

30th June 2021
The Project Ends

Global Extremes and Religious Diversity

The BRaVE Project is proud to be working alongside and with the support of several other European research initiatives. Our closest working relationship is with the similarly Horizon2020-funded GREASE Project, ‘Radicalisation, Secularism and the Governance of Religion: Bringing together European and Asian Perspectives’. The project is also coordinated by Prof Anna Triandafyllidou and based at the European University Institute’s Global Governance Programme.

The projects have developed this joint booklet containing information about our work and findings, published by the European University Institute. Entitled ‘Global Extremes and Religious Diversity’, it explores our overlapping research on the governance of religion, radicalisation and violent extremism, polarisation and the building of resilience.

If you are interested in issues of religiously inspired violent radicalization and on the governance of religious diversity beyond Europe, you may want to check out our ‘sister’ project GREASE: Radicalisation, Secularism and the Governance of Religion: Bringing together European and Asian Perspectives (http://grease.eui.eu).
Contact Us

Anna Triandafyllidou
SCIENTIFIC COORDINATOR

anna.triandafyllidou@eui.eu

Richard McNeil-Willson
MAIN RESEARCHER

richard.willson@eui.eu

brave@eui.eu

http://www.brave-h2020.eu/about/aboutBrave

Formazione professionale per docenti eTwinning, Workshop online IVET e Media literacy, 24-26 marzo 2021 – di LORENZO MENTUCCIA

Come l’alfabetizzazione mediatica (media literacy) può aiutare ad aumentare l’attrattività dei percorsi scolastici IVET (Initial Vocational Education and Training) attraverso eTwinning?

Sarà questa la domanda principale cui cercherà di rispondere il workshop di sviluppo professionale eTwinning “Reshape IVET Image and actractiveness through Media literacy” che si svolgerà in versione online dal 24 al 26 marzo p.v.

Nell’ambito dell’istruzione e della formazione professionale iniziale (IVET) la progettazione eTwinning può essere uno strumento straordinario di innovazione e digitalizzazione della didattica, in grado di favorire lo sviluppo di competenze trasversali fondamentali per l’occupabilità dei giovani al termine del loro percorso scolastico.

Da sempre eTwinning promuove l’innovazione didattica e lo sviluppo delle competenze digitali come mezzi per migliorare la qualità dell’insegnamento. Tra queste competenza l’alfabetizzazione mediatica è intesa come l’insieme di capacità tecniche, cognitive, sociali, civiche e creative che consentono ai cittadini di accedere ai media, di svilupparne una comprensione critica e di interagire con essi. “Alfabetizzazione mediatica e disinformazione” che è anche il tema eTwinning dell’anno 2021, come annunciato nelle scorse settimane dalla Commissione europea.

Il seminario ha l’obiettivo di fornire una formazione professionale ai presenti, offrendo al contempo l’opportunità di networking e sviluppo di nuovi progetti didattici sulla tematica. L’incontro è rivolto a docenti di scuole secondarie di II grado ad indirizzo professionale o tecnico iscritti a eTwinning.

Tra le candidature ricevute, sulla base delle informazioni fornite nel modulo, l’Unità nazionale eTwinning Indire selezionerà i n. 3 docenti italiani che saranno invitati a partecipare.

Qui di seguito tutti i dettagli dell’evento e come fare domanda per la selezione:

http://www.erasmusplus.it/formazione-professionale-per-docenti-etwinning-seminario-su-ivet-e-media-literacy/

Dialogo di un venditore di almanacchi e di un twittatore – Wittgenstein

Che hai?
– Sono arrabbiato.
– Perché?
– Perché ho dovuto cancellare un tweet che avevo fatto. Avevo twittato una notizia che non era vera.
– E come mai?
– L’avevo letta in un tweet dell’Ansa. Solo che non era vera, hanno scritto una cosa falsa, disgraziati.
– Eh, lo so, capita spesso. Ma perché sei arrabbiato?
– Perché ho dovuto ammettere che avevo sbagliato, ma è colpa loro, non mia!
– Ok, loro hanno una gran colpa, hai ragione: ma tu dovevi twittarlo per forza?
– Che c’entra?
– Beh, c’entra: puoi decidere se twittare o no una cosa.
– Ma tutti twittano cose!
– Vero, e infatti facciamo circolare un sacco di cose false.
– E non posso mica controllare se le cose che twitto sono vere, non è il mio lavoro.
– Eh, infatti è la ragione per cui esistono i lavori: ognuno fa il suo. Quello di informare invece è di tutti.
– Cosa vuoi dire?
– Che i giornali fanno una cosa professionalmente e assiduamente che però è la stessa che facciamo tutti continuamente, ovvero dare delle informazioni al prossimo. Se uno per strada ti chiede come andare alla stazione, tu glielo spieghi, e se gli dici una cosa sbagliata quello perde il treno.

Continua…

http://www.wittgenstein.it/2021/02/23/dialogo-di-un-venditore-di-almanacchi-e-di-un-twittatore/

👉Webinar Gratuito Google Workspace for Education: come evolve la piattaforma Google📆 Mercoledì 24 febbraio 2021⏱ 16:30 – 17:30

Cos’è Google Workspace for Education?🤔
Cosa cambia rispetto a G Suite for Education?🤔

👉Webinar Gratuito Google Workspace for Education: come evolve la piattaforma Google.
📆 Mercoledì 24 febbraio 2021
⏱ 16:30 – 17:30
🗒 Iscrizione

register.gotowebinar.com/register/2532091029471890443

👨‍🦰 Relatore: Alessandro De Bono
P.s. Seguirà attestato e video

“L’approccio sistemico trasformativo alla gestione dei conflitti: il modello di Glasl”: 2, 4, 9, 11, 16, 18 marzo 2021 a cura del Cisp (Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace, Università di Pisa) e breve descrizione della Scuola di formazione per Formatori e Formatrici sui temi della Peace Research.

https://cisp.unipi.it/formazione/corsi-brevi-a-menu/corso-lapproccio-sistemico-trasformativo-alla-gestione-dei-conflitti-il-modello-di-glasl/

https://www.youtube.com/embed/yYW6QRXjk9E?feature=oembed

Tutti siamo coinvolti in discussioni, dissidi e conflitti nei contesti in cui agiamo e lavoriamo. Il mediatore austriaco F. Glasl propone strumenti di comprensione e intervento dei conflitti in cui siamo coinvolti, che possono darci una mano a “fare da soli” – una cassetta degli attrezzi per le riparazioni nei gruppi o nelle relazioni di cui facciamo parte.”

Il corso intende poi offrire risorse utili per gli avvocati, per i consulenti e per i professionisti della mediazione arricchendo il repertorio degli strumenti di intervento nella gestione dei conflitti. Oltre agli strumenti di “auto-aiuto nei conflitti” il corso propone collaudati concetti della gestione sistemica dei conflitti nelle organizzazioni e illustra la loro applicazione all’interno della pratica professionale di consulenti e mediatori.”


Destinatari

Il corso è destinato a tutte le persone che lavorano o sono impegnate a vario titolo in gruppi e organizzazioni. In particolare, può essere d’aiuto a persone che hanno ruoli di direzione e coordinamento di gruppi, ai/alle docenti di scuole di ogni ordine e grado, e alle/ai professionisti delle relazioni di aiuto, come ai consulenti, avvocati e professionisti della mediazione.

Il corso è valido anche ai fini dell’aggiornamento biennale obbligatorio dei mediatori civili e commerciali e dei formatori di mediatori ai sensi del DM 180/2010

L‘Ordine degli Avvocati di Pisa, in data 15.02.2021, ha deliberato di riconoscere n. 6 crediti formativi ordinari non frazionabii per il Modulo 3 (“L’applicazione degli strumenti di intervento alla mediazione”), ai sensi dell’art. 20, comma 3, lettera b) del nuovo Regolamento CNF del 16 luglio 2014 n. 6.


Obiettivi

Al termine del corso, le persone partecipanti saranno in grado di comprendere le dinamiche conflittuali in cui sono coinvolte, valutare le possibili strade da intraprendere per la loro soluzione, scegliere e impiegare alcuni strumenti di intervento.  I consulenti, gli avvocati e i mediatori potranno acquisire nuove risorse e competenze nella gestione dei conflitti.


Contenuti

  • L’organizzazione come sistema complesso: la natura dei conflitti organizzativi
  • “Perché le cose vanno sempre peggio”? Il processo di escalation: un modello di comprensione e analisi strategica
  • Gli strumenti di diagnosi del conflitto
  • Conoscere i propri stili di leadership e stili di gestione del conflitto
  • Strumenti di gestione e trasformazione del conflitto organizzativo
  • Applicazione dei concetti e strumenti trattati all’interno della pratica professionale di consulenti e mediatori

Metodologia

Interattiva ed esperienziale, con esercitazioni pratiche e momenti di riflessione e condivisione in piccoli gruppi.

Durata e calendario del corso

Il corso ha una durata complessiva di 18 ore, divise 3 moduli di 6 ore. E’ possibile sia iscriversi a tutto il corso, sia ai singoli moduli.

MODULO 1

  • Martedì 2 marzo 2021, ore 15:30-18:30 – “Introduzione al corso: i conflitti in gruppi e organizzazioni, il ruolo di percezioni e atteggiamenti; le dinamiche comunicative” (G. Scotto)
  • Giovedì 4 marzo 2021, ore 15:30–18:30 – “La mia persona come fonte di conflitto: strumenti di autoanalisi del proprio stile conflittuale” (G. Scotto)

MODULO 2

  • Martedì 9 marzo 2021, ore 15:30-18:30 – “La gestione sistemica dei conflitti nelle organizzazioni: comprendere la dinamica interpersonale e organizzativa dei conflitti” (A.C. Baukloh)
  • Giovedì 11 marzo 2021, ore 15:30-18:30 – “La facilitazione di processi di cambiamento con gli strumenti della mediazione sistemica trasformativa”(A.C. Baukloh)

MODULO 3

  • Martedì 16 marzo 2021, ore 15:30-18:30 – “L’applicazione degli strumenti di intervento nella mediazione – parte 1“(A. Capozzoli)
  • Giovedì 18 marzo 2021, ore 15:30-18:30 – “L’applicazione degli strumenti di intervento nella mediazione” – parte 2 (A. Capozzoli)

L’ offerta didattica del Cisp riguarda i seguenti temi:

Educazione alla pace e alla comunicazione nonviolenta
Mediazione e gestione trasformativa dei conflitti
Sviluppo organizzativo
Migrazioni e intercultura
Sviluppo sostenibile e transizione socio-economica

Il Cisp ha istituito la Scuola di formazione per Formatori e Formatrici sui temi della Peace Research.

La Scuola si rivolge a formatori e formatrici professionisti/e che intendono svolgere attività di aggiornamento o specializzarsi su tematiche specifiche, educatori ed educatrici professionali, operatori e operatrici socio-educativi/e, animatori e animatrici giovanili, insegnanti scolastici, studenti e studentesse universitari/e, volontari e volontarie in associazioni e, in genere, ogni persona interessata alle tematiche presentate.

METODOLOGIA DIDATTICA

I corsi offerti dalla Scuola Formatori e Formatrici saranno in parte teorici e in parti esperienziali.
La parte teorica è volta a presentare approcci e modelli utili a fornire il formatore e la formatrice di un bagaglio di conoscenze sulle aree tematiche della Scuola.
La parte esperienziale si caratterizza per un approccio di tipo attivo e dinamico, con esperienze significative di laboratorio affrontate con una sufficiente base teorica. Concretamente i/le partecipanti saranno coinvolti in prima persona in lezioni interattive con le quali si apprende dall’esperienza diretta e dalla compartecipazione e comprendono simulazioni, esercitazioni guidate, discussioni di gruppo, riflessioni e valutazioni.

STRUTTURA DEI CORSI 

La Scuola sviluppa la sua offerta didattica attraverso due tipologie di interventi formativi:

1) Corsi brevi, della durata di 8 ore, su temi singoli, finalizzati all’acquisizione di modelli o approcci, metodologie, tecniche, strumenti specifici.


I corsi brevi possono essere “a menù” oppure “su richiesta”:


• I corsi brevi “a menù” sono quelli proposti dal Cisp.


• I corsi brevi “su richiesta” possono nascere su proposta di uno o più potenziali partecipanti.

I corsi proposti saranno pubblicizzati sul sito e sulla pagina Facebook del Cisp affinché altre persone interessate possano aggiungersi sino al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

2) Week-end residenziali, finalizzati all’approfondimento di temi di più ampio respiro.

Le Idee di Avanguardie Educative in Didattica Digitale integrata: Focus sul TEAL – 24 febbraio 2021

Webinar “Le Idee di Avanguardie Educative in Didattica Digitale integrata: Focus sul TEAL (Technology Enhanced Active Learning)” – 24 febbraio 2021 17.00-19.00

— Informazioni alla pagina web innovazione.indire.it/avanguardieeducative/news

Tutte le novità di Google Workspace for Education: un webinar gratuito CampuStore con Alessandro Bencivenni il 25 febbraio 2021 dalle 17:00 alle 18:00

25 febbraio 2021 – 17:00-18:00

Scopriamo le novità di G Suite for Education. Con Alessandro Bencivenni, conosciuto nella comunità di docenti come Prof Digitale .

Puoi iniziare ad approfondire leggendo questo articolo dedicato all’argomento.

Iscriviti gratuitamente