Post in evidenza

Calendario – in aggiornamento – della formazione 24.11.2020 – 22.12.2020 per docenti e studenti a cura di Marzia Vacchelli e del Team Innovazione Digitale Liceo “Veronica Gambara” Brescia

https://docs.google.com/document/d/1R3BIrUsk0k03YiNkpx43-HvT6GCdPlDxDpgG-vVBCJk/edit?usp=sharing

Dal 10 al 14 dicembre, tre webinar per docenti su metodologie didattiche innovative insieme ai ricercatori Indire.

La partecipazione è aperta a tutti.

Non serve iscriversi.

bit.ly/2JznT26

twitter.com/indiresocial/status/1334471233149210624

Registrazione Laboratorio online Google Drive livello A2 DigCompEdu 02.12.2020

Registrazione del laboratorio online condotto da Marzia Vacchelli, Liceo Veronica Gambara Brescia, Risorsa ambito n.6 Lombardia.

Contenuti dell’esercitazione:

Ingresso in Google Drive,

creazione di cartelle e sottocartelle condivise, di un documento, di una presentazione e di un modulo condivisi all’interno della sottocartella.

Upload di un video e di un’ immagine in Google Presentazioni,

creazione di video-feedback alle risposte errate e alle risposte corrette in quiz creati in Moduli.

Webinar di EaS/Morcelliana-Scholé e CREMIT – Luisa Treccani (CISL)

Il ruolo degli Organi Collegiali nella DDI – Luisa Treccani, 18 novembre 2020
https://www.cremit.it/video-webinar-per-la-scuola-i-video-degli-interventi/,

link diretto a Youtube:

https://www.youtube.com/watch?v=zgNPsPAkdXo&feature=emb_title

Per iscrizioni webinar 2 dicembre 2020:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-webinar-privacy-e-ddi-con-luisa-treccani-127304074915

Durante l’incontro del 18 novembre Luisa Treccani ha citato numerose fonti, alcune delle quali di particolare interesse:

Linee guida per la didattica digitale integrata
https://www.luisatreccani.it/normativascolastica/linee-guida-per-la-didattica-digitale-integrata/

Sequenza contrattuale Didattica Digitale Integrata
https://www.luisatreccani.it/normativascolastica/sequenza-contrattuale-didattica-digitale-integrata/

Normativa scolastica
https://www.luisatreccani.it/normativascolastica/

Per rivedere i video di tutti i webinar che da inizio pandemia Cremit ha erogato a favore di scuola e famiglie, è possibile visitare i seguenti link:

La scuola a casa
Governare l’inatteso a scuola
Le famiglie al tempo del Covid-19

La valutazione in DAD – a cura dell’ISI “Sandro Pertini” di Lucca e del Liceo ​”Attilio Bertolucci​” – Parma

Condivido volentieri la pagina web dell’ Istituto Superiore Istruzione “Sandro Pertini” – Lucca dedicata alla valutazione in Didattica a Distanza, complimentandomi per l’originalità dei parametri di valutazione, la completezza e l’efficacia delle rubriche valutative.

Suggerisco inoltre la lettura del report preliminare INDAGINE TRA I DOCENTI ITALIANI – PRATICHE DIDATTICHE DURANTE IL LOCKDOWN

http://www.indire.it/wp-content/uploads/2020/07/Pratiche-didattiche-durante-il-lockdown-Report-2.pdf

Valutare al tempo della DAD

“Il momento che stiamo vivendo spinge e, quasi obbliga, a ragionare per competenze e per “valutazione per competenze” trasversali come:

  • imparare ad imparare
  • collaborare e partecipare
  • competenze digitali

In maniera ancor più radicale potremmo cambiare completamente il nostro approccio. Se nulla è più uguale a prima potremmo spingerci al limite e osare parametri di valutazione completamente diversi quali:

  • resilienza
  • creatività
  • originalità
  • tenacia
  • empatia
  • pazienza
  • capacità di fare squadra
  • solidarietà
  • impegno per il bene comune

Senza dimenticare che “prima di certificare le competenze è necessario valutarle. Prima di valutarle è necessario promuoverle: gli insegnanti hanno il diritto di valutare ed in seguito di certificare solo ciò che hanno cercato con forza di sviluppare”
 

La valutazione come intelligenza pedagogica

La valutazione delle competenze è l’azione conclusiva di un lungo percorso di rinnovamento della pratica didattico-educativa: non è possibile decidere se uno studente possieda o meno una competenza sulla base di una sola prestazione; si deve poter disporre di un insieme di sue manifestazioni o prestazioni particolari, raccolte nel tempo. 
Di qui la necessità di coniugare in primo luogo, ai fini valutativi, le competenze disciplinari e trasversali e quindi operare una fusione tra le rubriche di valutazione disciplinari e quelle delle competenze trasversali. Fattivamente ad ogni rubrica di valutazione disciplinare dovranno essere aggiunti degli indicatori relativi alle competenze trasversali, in base alle diverse attività valutate, come imparare ad imparare, collaborare e partecipare, competenze digitali e alle evidenze come la resilienza, la creatività, l’originalità, la tenacia, l’empatia, la pazienza, la capacità di fare squadra, la solidarietà e l’impegno per il bene comune. In secondo luogo, dobbiamo tener conto della dimensione evolutiva, dell’impegno dimostrato, dei progressi fatti e del percorso seguito per ottenere il risultato.”

AllegatoDimensione
PDF icon Linee Guida per la Valutazione in DAD499.47 KB
PDF icon Allegati A-B-C-D Rubriche di valutazione in DAD310.76 KB
PDF icon Alllegati E-F-G Contesti, Ambiti e Strumenti340.21 KB

Le ultime novità di Cremit:

Cremit Newsletter

I webinar SIREM “Covid o post Covid? Governare l’inatteso”;

i webinar EaS, i docufilm CAVE;

l’intervento del professor Rivoltella alla conferenza EduIA 2020;

il progetto Steadycam/DE.CI.DI “Comunicare salute”;

l’esperienza collaborativa su Media e fede, il nuovo progetto europeo “Check & Design”;

e molto altro.

SIREM Società Italiana di Ricerca sull’Educazione Mediale ha condotto un ciclo di webinar, dedicati al tema “Covid o post Covid? Governare l’inatteso”, entrambi coordinati dal presidente di SIREM nonché direttore scientifico di CREMIT il professor Pier Cesare Rivoltella.

Venerdì 13 novembre 2020 si è tenuto quello sulla scuola, in occasione del quale si sono condivise nuove prospettive superando le “scorciatoie cognitive”.

Gli ospiti, Chiara Panciroli e Laura Corazza (Università di Bologna), Alfonso D’Ambrosio (Dirigente presso IC Lozzo Atestino), Antonio Fini (Dirigente scolastico presso Istituto Comprensivo Sarzana), Matteo Lancini (Presidente della Fondazione Minotauro di Milano) e Mauro Valer (Intendenza Scolastica di Bolzano).

Venerdì 20 novembre 2020 è seguito quello sull’università, durante il quale si è ragionato sul sistema accademico per ripensare all’emergenza come apertura di opportunità. I relatori, Giovanni Bonaiuti (Università di Cagliari), Pier Giuseppe Rossi (Università di Macerata e Past-Presiden di SIREM), Pierpaolo Limone (Rettore dell’Università di Foggia), Andrea Prencipe (Rettore della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma – LUISS), Susanna Sancassani (Director del METID – Politecnico di Milano), Franco Amicucci (Presidente di SKILLA – Formazione) e Cristina Galbusera (Direttrice Accademy BNL BNP Paribas). Per vedere i webinar integrali, clicca direttamente sui video e per leggerne la sintesi, clicca nei box qui sotto.

EaS – Essere a Scuola, la rivista Morcelliana Scholé di aggiornamento professionale del primo ciclo ha organizzato due webinar, appuntamenti online per parlare di scuola insieme a Luisa Treccani (CISL Scuola, Redazione della Rivista EaS). Il primo si è svolto il 18 novembre e ha riguardato il ruolo e le funzioni degli organismi partecipativi della scuola per pianificare l’offerta formativa anche a distanza, mentre il secondo sarà il 2 dicembre e tratterà i profili professionali e di responsabilità nella gestione dell’attività didattica a distanza.

Puoi partecipare al prossimo webinar su “Privacy e DDI” con Luisa Treccani il 2 dicembre 2020 iscrivendoti (fino a domenica 29 novembre compresa) al seguente link.

Per vedere il primo webinar integrale su “Il ruolo degli Organi Collegiali nella DDI” con Luisa Treccani del 18 novembre 2020, clicca direttamente sul video e per leggerne la sintesi, clicca nel box qui sotto.

CAVE – Centri Audiovisivi per l’Educazione ha prodotto due docufilm, “Dietro al Digitale. Le parole degli insegnanti sulla Didattica a Distanza 2020”. Le riflessioni di un campione di insegnanti di scuola primaria e secondaria sono state raccolte in due docufilm, la cui produzione è stata curata da Pier Cesare Rivoltella e Chiara Panciroli e la cui realizzazione è di Laura Corazza. I materiali sono stati prodotti da CAVE, il gruppo che riunisce ricercatori delle Università di Torino, Bologna e Milano Cattolica con lo scopo di documentare la scuola e la didattica e di fare ricerca in ambito educativo con il supporto delle tecnologie e in particolare del linguaggio audivisivo.

Per vedere i docufilm integrali, clicca direttamente sui video e per approfondirne la linea di ricerca, clicca nel box qui sotto.

Scuola Primaria

Scuola Secondaria

Il professor Pier Cesare Rivoltella è intervenuto alla conferenza EduIA 2020, organizzata dall’Università di Roma 3 il 5 e 6 novembre online, durante la quale sedici studiosi hanno declinato il concetto di Intelligenza Artificiale in chiave interdisciplinare praticamente da tutti i punti di vista: pedagogico, informatico, filosofico, sociologico e psicologico.

Il prof. Rivoltella ha affrontato il tema dal punto di vista della Media Literacy Education e ha chiarito quanto e come nella “società della datificazione” sia necessario “rivedere o aumentare la categoria di spirito critico: non si tratta più di smascherare o di decostruire l’universo mediale ma di porre in discussione l’efficienza, comprendere i processi di elaborazione dei dati, elaborare metodi di analisi sulla nostra realtà”.

Per vedere il contributo di Pier Cesare Rivoltella a partire dal minuto 45:33, clicca direttamente sul video e per leggere l’intero articolo con gli altri video, clicca nel box qui sotto.

Steadycam, Centro di documentazione e ricerca audiovisiva, e DE.CI.DI – Definirsi Cittadini Digitali, di cui Steadycam è partner insieme a Cremit, hanno collaborato al progetto di ricerca “Comunicare salute” che prevede un’indagine quantitativa per fotografare usi, appropriazioni e rappresentazioni rispetto alla salute da parte di 3 contesti diversi coinvolti (ASL, Scuole e Consorzi Locali) e l’analisi degli artefatti prodotti sul tema da ragazzi all’interno di laboratori tematici guidati dagli operatori di Steadycam. In particolare, il laboratorio multimediale Display ha portato alla realizzazione di unaudiovisivo prodotto da alcuni degli studenti che svolgono Alternanza Scuola Lavoro come materiale informativo sul COVID, intitolato “Non gettare la maschera”.

Per vedere il suddetto prodotto, clicca direttamente sul video e per maggiori informazioni sul progetto, clicca nel box qui sotto.

Durante e dopo il corso di Laurea Magistrale in Media Education delle studentesse hanno realizzato un’esperienza collaborativa con l’Ufficio per la Catechesi in tema di tecnologie pastorali e media education.

L’intento era quello di definire le prime mosse progettuali e di formazione, sia in relazione al tempo di pandemia che stiamo vivendo e quindi ai bisogni attuali connessi all’esigenza di processi trasformativi in ambito pastorale, sia andando a definire via via azioni di riflessione e di accompagnamento nell’educazione ai mediadigitali e nell’uso nelle parrocchie della loro Diocesi di Como.

Per leggere l’articolo completo di approfondimenti e infografica, clicca nel box qui sotto.

Cremit partecipa al nuovo progetto europeo “Check & Design. Digital Information Literacy and collaborative learning atschool”, insieme ai suoi partner: l’Università Cattolica, 5 scuole secondarie superiori (dall’Italia, Polonia, Portogallo, Ungheria e Spagna) e l’associazione Archilabò, che si occupa di materiali digitali educativi per le scuole.

“Digital Information Literacy is the set of integrated abilities encompassing the reflective discovery and assessment of information, the understanding of information, the critical evaluation of sources”. Per leggere l’intero articolo (in inglese) scritto dai project manager Simona Ferrari e Gabriele Giampieri, clicca nel box qui sotto.

Sul sito CREMIT trovi tanti altri articoli su temi di nostro interesse, come l’ultimo di Global CREMIT Audio-visual dynamics, TV formats and aphasia: a experimental project, il contributo di Dir@ct Digital religion and communication technologies dalla rassegna stampa Diocesi, un piano editoriale per i social media e l’intervento di Pier Cesare Rivoltella al seminario “Mind the gap! Luci ed ombre del distance learning” su Usabilità, apertura, flessibilità, retrospezione, professionalizzazione e progettazione: indicazioni per il distance learning.

http://www.cremit.it/newsletter/

„Mind the gap! Luci ed ombre del distance learning”- seminario promosso dall’Università di Siena.  Un articolo dal sito del CREMIT

di Irene Mauro

Si è svolto il 26 novembre il seminario “Mind the gap! Luci ed ombre del distance learning” promosso dall’Università di Siena. L’iniziativa ha permesso di riflettere sulla didattica a distanza universitaria grazie all’intervento di Pier Cesare Rivoltella dal nome “Le sfide del distance learning per innovare la didattica universitaria”.

Si potrà tornare indietro?” , “Si riuscirà a chiedere ai nostri studenti di rinunciare alle esperienze digitali sperimentate?”: queste le domande che il direttore di Cremit si pone in apertura della sua riflessione. 

Per cercare di rispondere a queste domande, è necessario elencare alcuni elementi chiave che rappresentano caratteristiche plus del digitale.

Un primo elemento è l’usabilità: software e applicativi sono inseriti nella modalità di fruizione a distanza dentro una user experience sicuramente più naturale e amichevole. 

Un secondo elemento è l’apertura: la modalità del distance learning apre la didattica in modo più semplice rispetto a quanto avviene nella didattica presenziale.

Si intende, ad esempio, la possibilità di far partecipare più facilmente alle proprie lezioni testimonial, guest speakers, o la possibilità di entrare in contatto con colleghi anche molto lontani territorialmente. 

La flessibilità del digitale rappresenta il terzo elemento: essa rende disponibili e armonici gli impegni e le nostre agende. 

Un altro elemento di valore è l’analisi retrospettiva: con questo termine si fa riferimento alla possibilità, ad esempio, di poter registrare le lezioni.

E’ una possibilità che sostiene l’apprendimento degli studenti che seguono live la lezione e che dà la possibilità agli studenti lavoratori di ritrovare la lezione disponibile e online. 

Pensare poi a una post produzione del video permetterebbe all’Ateneo di creare o ampliare una repository mediatica nella prospettiva di un’ottimizzazione organizzativa.  

Un quinto elemento è la professionalizzazione: l’uso delle tecnologie sviluppa le competenze digitali attraverso la cosiddetta didattica indiretta. 

E’ ciò che avviene quando, per esempio, gli studenti si trovano a lavorare in un team che si crea e vive online: iniziare già dall’università a fare esperienza di un team de-territorializzato che lavora solo grazie alla disponibilità della tecnologia digitale rappresenta un allenamento per gli studenti rispetto a quanto faranno una volta inseriti nel mondo del lavoro. 

Si parla poi di progettazione esplicita: la didattica tradizionale di solito si basa su quella che è la progettazione implicita. Quando si lavora invece in didattica a distanza, questo affidamento dei docenti sulle competenze implicite non è possibile.

La progettazione, nella didattica a distanza, è fondamentale. 

www.cremit.it/usabilita-apertura-flessibilita-retrospezione-professionalizzazione-e-progettazione-indicazioni-per-il-distance-learning/

Convegno SIAA 2020 – link Eventbrite per l’iscrizione gratuita uditori ( fino al 26.11.2020) al panel di Angela Biscaldi del 3 dicembre 2020.

www.eventbrite.it/e/biglietti-siaa-2020-viii-convegno-nazionale-124989255227

http://www.antropologiaapplicata.com/vii-convegno-siaa-2019-2/

SIC Italia – Il video con 7 consigli utili per l’educazione digitale.

Gli studenti e le studentesse vivono OnLife: per loro realtà fisica e digitale non sono distinte, ma piuttosto la continuazione l’una dell’altra.

Per questo motivo, Generazioni Connesse, il Safer Internet Centre italiano, coordinato dal Ministero dell’Istruzione, ha lanciato le Linee guida per l’uso positivo delle tecnologie digitali e la prevenzione dei rischi nelle scuole, con l’obiettivo di accompagnare scuole e famiglie nell’educazione di studentesse e studenti all’uso positivo delle tecnologie digitali.

Approfondisci alla pagina:
http://www.generazioniconnesse.it/site/