Post in evidenza

« OPEN DOORS.Il museo partecipativo oggi » Auditorium di Santa Giulia a Brescia: una serie di incontri gratuiti in modalità duale da maggio a novembre 2022.

https://www.bresciamusei.com/evento/open-doors-il-museo-partecipativo-oggi/

Seminari proposti nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivi 1, 2, 3, 5, 6.

Da maggio a novembre 2022, nove incontri con i più importanti esperti nella gestione e nella valorizzazione dei patrimoni culturali e delle culture contemporanee italiani e internazionali che ruoteranno sul tema del museo partecipativo, ovvero sulle prospettive dei musei del futuro.

Programma

25/05/2022 – ore 16.30
Evento di apertura

08/06/2022 – ore 16.30
La partecipazione che unisce
Il museo può diventare un centro di coesione sociale e un luogo sicuro e accogliente per tutti coloro che soffrono la discriminazione e la marginalizzazione.

15/06/2022 – ore 16.30
La partecipazione che crea possibilità
Il museo può diventare il luogo dell’empowerment, ovvero della presa di coscienza del nostro potenziale umano e della nostra capacità di realizzarlo.

22/06/2022 – ore 16.30
La partecipazione che educa
Il museo è da sempre una importante agenzia educativa la cui missione è però sempre più ampia e difficile: aiutare i cittadini di oggi ad affrontare e navigare la crescente complessità in cui siamo immersi.

29/06/2022 – ore 16.30
La partecipazione che fa dialogare le differenze
La diversità culturale è da sempre una delle principali risorse del genere umano, e il museo è il luogo che permette di sperimentare nuove forme di dialogo e di reciproca conoscenza.

28/09/2022 – ore 16.30
La partecipazione che fa star bene
Le evidenze scientifiche mostrano sempre più chiaramente che la cultura può avere effetti molto positivi sul benessere psicologico e la salute. Il museo può quindi diventare anche un luogo in cui star bene.

19/10/2022 – ore 16.30
La partecipazione che ci aiuta a essere creativi
La creatività non è soltanto intuizione, ma è essere costantemente aperti a nuove idee e nuovi punti di vista. Il museo è il luogo di scoperta che ci permette di sviluppare le nostre capacità creative giorno per giorno.

09/11/2022 – ore 16.30
La partecipazione come co-creazione
Sempre più le nuove tecnologie digitali ci offrono possibilità di fare e creare assieme, sviluppando la nostra intelligenza collettiva. Il museo è il luogo che ci permette di prendere confidenza con queste nuove possibilità e con il loro entusiasmante potenziale.

23/11/2022 – ore 16.30
La partecipazione come soluzione ai problemi collettivi
La cultura ha sempre aiutato gli esseri umani a risolvere problemi importanti guardandoli da angolature differenti. Il museo può diventare anche il luogo in cui progettare assieme soluzioni più efficaci ai problemi della nostra quotidianità.

Post in evidenza

Presentazione delle “Linee guida e raccomandazioni per memoriali e musei. Affrontare la distorsione della Shoah sui social media – 30 Maggio 2022, ore 11.00 Fondazione Museo della Shoah Casina dei Vallati Via del Portico d’Ottavia, 29 Roma – Diretta sulla pagina Facebook della Fondazione Museo della Shoah – Onlus

Linee Guida e seminario proposti  nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivo 10

https://holocaust-socialmedia.eu/wp-content/uploads/Presentazione-delle-Linee-guida-e-raccomandazioni-per-memoriali-e-musei-Website-version.pdf

https://drive.google.com/file/d/1z2Av3C5j4YG2MeHH9Mdk_3wiQaFGbeE7/view?usp=sharing

https://www.holocaustremembrance.com/

Post in evidenza

Carta per l’educazione alla biodiversità – Ministero dell’Istruzione e Ministero della Transizione Ecologica

https://www.istruzione.it/ri-generazione-scuola/assets/allegati/MI%20-%20Carta%20per%20l’educazione%20alla%20Biodiversit%C3%A0.pdf

Approfondimento ed iniziativa proposti nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivo 3

Il Ministero dell’Istruzione e il Ministero della Transizione Ecologica hanno sottoscritto la Carta per l’educazione alla biodiversità per assumere impegni per la tutela dell’ambiente e della biodiversità.

La sostenibilità richiede uno sforzo collettivo da parte di tutta la comunità educante.

Per questo, alla Carta possono aderire le Scuole di tutto il territorio nazionale.

L’adesione è il primo passo per ottenere il riconoscimento di “Scuola in RiGenerazione” da parte del Ministero dell’Istruzione ed accedere ad un programma di iniziative.

Leggi e scarica il testo integrale della Carta

Aderisci alla Carta per l’educazione alla biodiversità

Cliccando sul collegamento sarai indirizzato sull’area riservata dedicata all’acquisizione delle adesioni. Previa autenticazione delle utenze abilitate all’area «Rilevazioni» del SIDI sarà possibile accedere alla sezione Adesione carta biodiversità .

Post in evidenza

Call for abstracts 2022 European School Education Platform – Articles on school education based on action research methodology @eTwinningEurope

Call for papers proposta nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivi: tutti, da 1 a 10.

https://www.schooleducationgateway.eu/downloads/files/CFA2022-actionresearch.pdf


European School Education Platform is a new European Commission platform to be launched in 2022. The platform will offer a new home for the School Education Gateway users and the eTwinning community.

The platform will have a dedicated section encouraging and showcasing particularly research carried out by teacher researchers, early-career researchers, and student teachers.

The selected, peer- reviewed articles from this call will be published in this section.
eTwinning is the community for schools in Europe that has been engaging educators across the continent for over 15 years in collaborative cross-border classroom projects in 44 countries and professional development. Currently it counts over 1 million registered users, over 225.000 schools and over 130.000 projects.
Action research invites teachers to learn more about their classroom practice and enrich their pedagogical competence by reflecting on their work, solving problems and making evidence-based improvements for their own practices and contexts.


Scope of the call for papers: We publish high-quality articles that report empirical findings based on action research methodology from any school- or classroom-based activities, including as part of projects at national or European level (e.g., eTwinning projects).


Topics: All topics within school education are to the call, as long as action research methodology has been applied in your work. However, you need to explain the chosen topic and justify it within the context of the work. If you are in look for inspiration, see the following topics as example:
• Innovative learning space design
• Inclusive education
• Environmental education / learning environments
• Wellbeing at school
• Blended learning (especially in the context of the (post-)pandemic)1
• ICT in education
• Schools in rural areas
• Key competences for lifelong learning.


Levels of education: Research works that cover levels from Early Childhood Education and Care (ECEC) to primary school and lower/upper secondary school, as well as Initial Vocational Education and Training (IVET).

Who can submit? With this call we would like to encourage teachers and student teachers by offering them an opportunity to have their works academically peer-reviewed and published. The call is relevant for all those who have carried or are carrying out action research as part of their teaching or studies and would like to share the results of their research.

The works can be co-authored (i.e., that
a paper has more than one author). The authors should be based in one of the eTwinning participating countries.
Submission and selection process
• Submission: The call for abstracts is open until 31 May 2022 (23:59 CEST). The submission is done through this online form.

All papers need to be submitted in English.
Pier-review
• The submitted abstracts will first be screened
by an internal editorial board.
• The authors of abstracts that comply with the requirements indicated in the submission guidelines will be asked to submit the full paper.
• The full paper will be subject to anonymous double-blind peer-review by two external experts.

Selection: Notification of paper acceptance will be communicated latest by 30 September 2022. The authors of the selected papers will be requested to re-submit a revised version (if needed; taking into account reviewers’ comments) by 30 October.


Publication: The final selection of articles will be published online at the upcoming European Commission’s “European School Education Platform” (open access): the article summary will be published in 29 languages and the full paper in English. The authors will be asked to sign an IPR waiver.


Please see the submission guidelines (for abstracts and full papers) and the general information and conditions further down in this document.
Further information and disclaimer
The editorial team will keep you informed as to your article’s progress throughout the production processes. In case you have questions about the call, you are welcome to contact us at: support@schooleducationgateway.eu


The call is organised by EUN Partnership (known as European Schoolnet) on behalf of the European Commission’s DG Education and Culture, under a contract with the European Education and Culture Executive Agency.


eTwinning and the School Education Gateway platform (and the future European School Education Platform) are initiatives of the European Union and funded by Erasmus+, the European programme for Education, Training, Youth and Sport.

This activity has been prepared for the European Commission; however it reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.

Abstract submission guidelines
Format of the extended abstract
• Language policy: Abstracts will be accepted in English only.
• Word processing formats: the submissions must be prepared in MS Word or OpenOffice.
• File extensions: .docx or .odt are accepted (.pdf is not accepted).
• Length: max. 1000 words excluding references, tables, charts, and figures.
Abstract headings
The abstracts must be structured with the following headings:
• Font size and type: standard fonts (e.g., Times New Roman, Arial, Calibri), font size 11, with 1.5 line spacing.
• File size: max. 1 Mb
• Exclusions: do not include any author data in the abstract document.
Introduction: Approx. 200 words
Literature review: Approx. 300 words
Methodology: Approx. 300 words
Results and discussion: Approx. 200 words

Submission
The deadline for submissions is 31 May 2022 (23:59 CEST). The submission of abstracts must be done through this online form: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/ESEP-AR-call-2022


In case you have questions about the call, you are welcome to contact us at:
support@schooleducationgateway.eu

Post in evidenza

eTwinning and European School Education Platform: important information on EU Login

Informazione proposta nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivo 8.

In 2022, the European Commission’s School Education Gateway and eTwinning platforms will undergo a substantial revamp which will result in the single integrated European School Education Platform. In this new platform you will discover and explore all the content and services under one roof once the full transition is completed.

The new platform, upon its launch, will apply the EU Login, which is the European Commission’s user authentication service. To benefit from all the services and functionalities as an eTwinning registered user and to synchronise your data between the new and the current platform, we would kindly ask you to already create an EU Login account. 

*** It is especially important that you use the same email address for the EU Login account as for your current eTwinning account to enable data migration to the new platform ***

HOW TO OBTAIN EU LOGIN?

If you don’t have an EU Login accountclick here to create a new account.

If you already have an EU Login account, you need to make sure that it uses the same email address as your eTwinning account. See instructions in this tutorial article.

HOW TO LOG IN WITH EU LOGIN?

*** Please note that you will only be able to use the EU Login for the new European School Education Platform once it is launched. Until then, please continue using your current account to log into the eTwinning platform. ***

In the meantime, you can try out your new EU Login account for one of these other EU platforms. The email address and password for logging into these platforms is always your own EU Login. However, you might be asked to create a profile there when you visit for the first time:

If you need guidance, you can:

FURTHER INFORMATION

More information on the European School Education Platform and its launch will be provided in due course through direct emails and at the platform.  

If you have any questions, please contact the National Support Organisation (NSO) of your country.

eTwinning Central Support Service
www.etwinning.net

« La disputa felice. Dissentire senza litigare online e offline » – 13 giugno, ore 16:30 – Target: docenti delle scuole di ogni ordine e grado – Relatore: Bruno Mastroianni. Filosofo, giornalista, social media strategist di trasmissioni televisive.


Evento proposto nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivi: 1, 5, 8, 9.

L’Unità nazionale eTwinning organizza nel corso dell’anno una serie di incontri online (webinar o expert talk) di approfondimento rivolti a tutti gli iscritti o a specifici target del personale scolastico (es. gli Ambasciatori eTwinning o Dirigenti Scolastici). I webinar sono tenuti solitamente da membri dell’Unità nazionale o da docenti eTwinning esperti, ma possono vedere anche la partecipazione di docenti o altri esperti di livello nazionale ed internazionale su argomenti specifici legati al mondo della didattica e delle nuove tecnologie.

La durata degli incontri è in genere di due ore, inclusa una sessione di domande aperta a tutti i partecipanti.

Le registrazioni resteranno aperte sino alle ore 11 (ora italiana) del giorno del webinar, salvo precedente raggiungimento della quota massima di partecipanti (1.000). I candidati saranno contattati uno o due giorni prima dell’evento o al momento della chiusura delle iscrizioni.

Al termine degli incontri sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


La disputa felice. Dissentire senza litigare online e offline

Data/orario: 13 giugno, ore 16:30

Target: docenti delle scuole di ogni ordine e grado

Relatore: Bruno Mastroianni. Filosofo, giornalista, social media strategist di trasmissioni televisive. Si occupa di discussioni online, conflitti e comunicazione di crisi nelle interazioni digitali (www.brunomastro.it). Assegnista di ricerca presso l’Università di Firenze; insegna “Teoria e pratica dell’argomentazione digitale” all’Università di Padova. Ha scritto diversi saggi sulla comunicazione digitale, tra questi: “Benedetta contaminazione. Vivere al confine tra centri e periferie della comunicazione” (Bordeaux, 2021); “Litigando si impara. Disinnescare l’odio online con la disputa felice” (Cesati, 2020); “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello” (con Vera Gheno, Longanesi 2018); “La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico” (Cesati, 2017).

Abstract: Differenze di opinione, fraintendimenti e conflitti da sempre caratterizzano la comunicazione umana. La connessione digitale sembra però aver acuito i loro effetti negativi. Allora come fare per evitare che ogni divergenza si trasformi in uno scontro? Con la disputa felice: una strada per disinnescare l’aggressività verbale e favorire confronti pieni di senso. 

ISCRIVITI ADESSO


ULTIMI WEBINAR

Let’s CLIL with eTwinning! 

Data: 20 aprile, ore 16 – 18

Target: docenti delle scuole secondarie di I e II grado

Relatori: Gisella Langé, Ispettrice MI; Letizia Cinganotto, prima ricercatrice Indire; Cinzia Masia Ambasciatrice eTwinning per la Sardegna, Vincenza Leone, ambasciatrice eTwinning per la Lombardia; Chiara Sabatini, ambasciatrice eTwinning per l’Umbria.

Abstract: Il webinar mira a illustrare le potenzialità dell’Azione eTwinning per la diffusione della metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning), in quanto fornisce agli studenti l’opportunità di lavorare in modo collaborativo a progetti di tipo disciplinare, interdisciplinare o transdisciplinare, promuovendo al contempo l’uso delle lingue straniere in contesti autentici per scambi e interazioni con partner internazionali e favorendo quindi lo sviluppo delle competenze globali, interculturali, trasversali. Sullo sfondo dei recenti sviluppi in ambito nazionale e internazionale, che saranno illustrati dalla prima ricercatrice INDIRE Letizia Cinganotto e dall’ispettrice tecnica di lingue straniere Gisella Langé, nel corso del webinar verranno presentati esempi di progetti eTwinning CLIL di scuola secondaria di primo grado (Chiara Sabatini) e di secondo grado (Cinzia Masia e Vincenza Leone), anche in ottica di curricolo verticale.

Clicca e guarda la registrazione

Oltre l’idea di aula. La scuola come spazio integrato

Data/orario: 23 marzo ore 16.30 

Target: docenti e DS di scuole di ogni ordine e grado

Relatori: Elena Mosa e Raffaella Carro, ricercatrici Indire

Abstract: Per molto tempo l’aula è stata il luogo principale dell’istruzione scolastica; gli altri spazi erano strumentali o accessori alla sua centralità. Oggi sorge la necessità di vedere la scuola come uno spazio unico e integrato in cui i vari microambienti, finalizzati a scopi diversificati, hanno la stessa dignità e risultano flessibili, abitabili e in grado di accogliere in ogni momento le persone. Si tratta di spazi che presentano un adeguato livello di funzionalità, comfort e benessere per realizzare le molteplici attività della scuola.

Clicca e guarda la registrazione

eTwinning, un ambiente sicuro per la collaborazione online di docenti e alunni

Data/orario: 11 febbraio 2022, ore 17:30

Target: Docenti e DS delle scuole di ogni ordine e grado. Le candidature verranno accolte in ordine di arrivo fino ad esaurimento dei posti.

Relatori:

  • Enrica Maragliano , Liceo Classico e Linguistico Statale “G. Mazzini” di Genova, Ambasciatrice eTwinning per la Liguria
  • Cira Serio, Scuola Paritaria Primaria “San Tarcisio” e infanzia “Bimbi lieti” di Ercolano , Ambasciatrice eTwinning per la Campania
  • Simonetta Galli e Monica Fucina , ICS “Rita Levi-Montalcini” di Bagnolo Cremasco, vincitrice del Premio nazionale eTwinning Italia 
  • Alessandra Lovato , Liceo Artistico Statale di Verona, Ambasciatrice eTwinning per il Veneto


Abstract: In questo webinar docenti esperti e ambasciatori eTwinning, condividendo le proprie conoscenze ed esperienze, forniranno ai docenti di ogni ordine e grado utili consigli per lavorare online con le proprie classi in totale sicurezza: cosa rendere pubblico e cosa lasciare privato in un TwinSpace? Come trattare le immagini e proteggere al meglio i dati personali dei propri alunni? Come costruire collaborativamente una netiquette condivisa? Come ricercare le fonti online distinguendo le fake news? Quali semplici attività si possono inserire in un progetto eTwinning al fine di garantire maggiore sicurezza per gli alunni online? Queste alcune delle domande a cui cercheranno di rispondere i nostri esperti eTwinning.
eTwinning è un’Azione della Commissione europea integrata nel Programma Erasmus + che promuove la formazione dei docenti e la collaborazione a distanza tra le classi delle scuole di tutta Europa e oltre. I docenti coinvolti nei progetti eTwinning, totalmente flessibili in termini di durata e contenuto e plasmati sulla base degli interessi e delle competenze di docenti e alunni, hanno a disposizione una classe virtuale in cui possono lavorare a distanza e in maniera collaborativa insieme ai propri alunni sulla base delle attività co-progettate dai partner. eTwinning offre quindi, in maniera totalmente gratuita, un ambiente collaborativo online privato e sicuro, riservato alla scuola. Inevitabile dunque la grande attenzione prestata in eTwinning alla sicurezza online, all’uso corretto e proattivo/funzionale della Rete e più in generale alla cittadinanza digitale.

Clicca e guarda la registrazione


eTwinning at Home: country focus Italy

Data: 24 gennaio 2022 – ore 17-18

Target: Docenti di scuole di ogni ordine e grado iscritti a eTwinning

Relatori: 

Maria Ranieri, Università degli Studi di Firenze
Andrea Benassi, ricercatore INDIRE
Marina Screpanti, docente e ambasciatrice eTwinning
Laura Maffei, docente e ambasciatrice eTwinning
Lorenzo Mentuccia, Unità naz. eTwinning INDIRE
Alexandra Tosi, Unità naz. eTwinning INDIRE

Dopo una prima panoramica sull’impatto dell’emergenza Covid sulle scuole in Italia con la Dott.ssa Maria Ranieri dell’Università degli Studi di Firenze e il ricercatore Andrea Benassi di INDIRE, esploreremo le iniziative eTwinning in Italia durante il primo periodo di lock-down e il ruolo degli insegnanti e dei progetti eTwinning nel supportare colleghi e studenti durante l’emergenza, con i membri dell’Unità nazionale eTwinning Italia e le Ambasciatrici Marina Screpanti e Laura Maffei. Concluderemo il webinar aprendo una discussione con relatori e partecipanti su quali sono le lezioni apprese da questo periodo e quali aspetti positivi, se presenti, possono essere individuati e valorizzati. 
L’evento è organizzato dall’Unità centrale europea eTwinning e si svolgerà in lingua inglese.

Clicca e guarda la registrazione


>>> Ti sei perso un incontro? Accedi all’archivio dei webinar eTwinning

L’ARTE DEL COMUNICARE IN RETE – Corso Online 26/05/2022 – 13/06/2022 #ACR1

https://scuolafutura.pubblica.istruzione.it/
https://sites.google.com/nattabg.edu.it/futurelab/corsi-futurelabs_1

Comunicazione trasmessa da Salvo Cosenza , Ref. FutureLab & Resp. Formazione, ISIS “Giulio Natta” BG

Attenzione: l’iscrizione al corso online L’ARTE DEL COMUNICARE IN RETE 26/05/2022 – 13/06/2022 #ACR1 scade oggi 25 maggio 2022.

Future Lab proposto nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivi 1, 2, 3, 5, 6, 7, 9

Destinatari: Docenti ed Educatori

Area DigCompEdu:

  • 2. Risorse Digitali
  • 5. Valorizzazione delle potenzialità degli studenti
  • 6. Favorire lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti

Livello Ingresso: A2 Esploratore/Base

Programma:

Le lezioni si svolgeranno online nelle seguenti date:

26/05/2022; 30/05/2022; 01/06/2022; 06/06/2022;
09/06/2022; 13/06/2022.

Orario Corso 16:00 alle 19:00

Imparare ad esprimersi attraverso i media in modo etico, efficace e sostenibile

Il corso fornisce gli strumenti ideali e pratici per poter analizzare la comunicazione mediatica in chiave educativa e per poter progettare contenuti mediatici innovativi e creativi in una prospettiva di sostenibilità etica ed ecologica.

Per mezzo di tecniche originali di analisi critica delle immagini e dei media messe a punto negli anni, semplificate ma potenti, i partecipanti acquisiscono le competenze per poter svolgere il lavoro di educazione ai media con le proprie classi.

Per facilitare e migliorare questo impegno, vengono forniti percorsi didattici multimediali pronti all’uso.

Vengono inoltre trasmesse le competenze e le risorse per poter guidare e attuare azioni di cittadinanza attiva attraverso internet e i social media, in una forma di vera e propria educazione civica digitale.

Obiettivi: Acquisizione della conoscenza tecnica e linguistica delle immagini presenti sui mass media digitali.Creazione e gestione di un account social visuale con fine didattico. Ideazione e messa in pratica di una micro campagna di comunicazione su di un tema di rilevanza sociale ed educativa.

Modalità di Svolgimento: Il numero massimo di docenti per ogni corso è 40.
Il corso sarà svolto completamente online con 6 incontri sincroni da 3 ore e altre ore asincrone per la produzione di elaborati. Il numero di ore complessivo è di 25 ore (frequenza minima ai fine dell’attestazione del corso 12 ore).

Richiedi maggiori Info formazione@nattabg.edu.it

Coloro che intendono partecipare troveranno tutte le info sull’area dell’istituto
dedicata alla Formazione Futurelabs al seguente link:
https://sites.google.com/nattabg.edu.it/futurelab/corsi-futurelabs_1


Per l’iscrizione bisognerà accedere sulla piattaforma
https://scuolafutura.pubblica.istruzione.it/

I.S.I.S. “Giulio Natta” via Europa, 15 – 24125 Bergamo – Tel: 035 319376 Fax: 035 316449 C.F.: 80031940168
Cod. mecc.: BGIS03200C email: bgis03200c@istruzione.it; pec: bgis03200c@pec.istruzione.it;

web: www.nattabg.edu.it

Di seguito un tutorial su come effettuare l’accesso e l’iscrizione
https://youtu.be/n2hMGmBcils

dell’Amministrazione

SEGUI IL PERCORSO

Sito Futura La Scuola per l'Italia Domani
Sito Ministero dell'Istruzione
Ministero dell’Istruzione
Sito Unione Europea
NextGenerationEU
Sito italia domani
ItaliaDomani, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

— 

#LaMemoriadiTutti, oltre 1.000 studenti a Palermo da tutta Italia per il XXX anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio. Al Foro Italico e ai balconi della città 1.400 lenzuoli in memoria delle vittime realizzati dalle scuole. Bianchi: “L’educazione alla legalità è il perno della nostra scuola. Stanziamo un milione di euro per potenziare le attività in questo ambito”

https://images.app.goo.gl/wSTUk62kpM1yEEvJ6

Newsletter del Ministero dell’Istruzione – Numero 75 – 23 maggio 2022

Iniziativa proposta  nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivo 10

Una scuola che custodisce e rigenera la memoria di tutte e tutti coloro che hanno perso la vita a causa della violenza criminale. È quella che si ritrova a Palermo, oggi, lunedì 23 maggio, in occasione del XXX anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio: circa mille studentesse e studenti, dal territorio e da tutta Italia, sono presenti alle commemorazioni, insieme al Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e alla Presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone. 
    
La delegazione di giovani che prende parte alle iniziative non è l’unico segno della volontà della scuola di essere presente e di testimoniare il legame imprescindibile tra l’educazione e la lotta contro le mafie. La città di Palermo ospita 1.400 lenzuoli realizzati da 1.070 istituti scolastici che hanno accolto l’appello del Ministero dell’Istruzione e della Fondazione Falcone, lanciato attraverso il bando #LaMemoriaDiTutti.

Rita Atria, Peppino Impastato, Don Pino Puglisi, Libero Grassi, Pio La Torre, Lia Pipitone, Piersanti Mattarella, Rocco Chinnici: studentesse e studenti nelle scorse settimane hanno approfondito la storia di alcune donne e uomini uccisi dalla violenza mafiosa e hanno decorato i lenzuoli bianchi – che i palermitani usarono nel 1992, all’indomani delle stragi, per dimostrare la loro ribellione – con illustrazioni e messaggi derivanti dalla loro riflessione. Ne sono arrivati a Palermo da tutta Italia, da Como a Favignana, da Rivoli a Lampedusa. Saranno affissi al Foro Italico Umberto I, luogo in cui si terrà la celebrazione ufficiale, e ai balconi dei cittadini che hanno accettato di esporli durante il periodo del progetto.   
    
“L’educazione alla legalità è e deve essere il perno della nostra scuola – dichiara il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi -. In questi anni le ragazze e i ragazzi hanno voluto sapere e partecipare. Quest’anno lo fanno attraverso il simbolo del lenzuolo, che significa coscienza civile ma anche solidarietà e cittadinanza. Come Ministero abbiamo inoltre deciso di potenziare le attività in questo ambito, mettendo a disposizione un milione di euro. Stiamo infatti per pubblicare un bando rivolto alle associazioni del terzo settore per la realizzazione di progetti e percorsi educativi sui temi della legalità e del contrasto alle mafie nelle nostre scuole – sottolinea il Ministro -. L’Italia ha custodito la memoria di donne e uomini dello Stato, che hanno lottato contro le mafie. E lo ha fatto in questi trent’anni anche attraverso le scuole, luogo in cui germoglia il seme di una società che deve essere sempre più equa e giusta”.   

“Trent’anni sono il tempo di una generazione. I ragazzi di oggi – dichiara Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone – nel 1992 ancora non erano nati, perciò ora più che mai è importante coltivare la memoria di fatti e persone che hanno cambiato la storia di questo nostro Paese. A loro abbiamo voluto dedicare questa speciale occasione. Anche quest’anno abbiamo avuto al nostro fianco le scuole italiane, gli insegnanti che, pur tra mille difficoltà, hanno lavorato per portare tra i ragazzi la cultura della legalità e del rispetto dei valori della democrazia e della giustizia e hanno raccolto il nostro invito: dar vita alla loro creatività realizzando un lenzuolo dedicato a una vittima delle mafie. Ne sono arrivati in Fondazione oltre 1.000, segno che ancora una volta la scuola ha risposto con entusiasmo al nostro appello e che questi trent’anni non sono passati invano”.   
   
Le iniziative   
    
Il Ministro Bianchi partecipa insieme alle studentesse e agli studenti all’evento istituzionale “La memoria di tutti. L’Italia, Palermo trent’anni dopo”, che si svolgerà, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, oggi lunedì 23 maggio, al Foro Italico Umberto I di Palermodalle 10 alle 11.30, e sarà trasmesso in diretta su Rai Uno.     

All’iniziativa in memoria dei giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e degli agenti di scorta Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Rocco Dicillo, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Antonio Montinaro, Vito Schifani e Claudio Traina, uccisi da Cosa Nostra nel 1992, sono presenti anche il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, la Ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, la Ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, il Capo della Polizia, Lamberto Giannini, il Procuratore Nazionale Antimafia, Giovanni Melillo, il Procuratore di Roma, Francesco Lo Voi, la Presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone.   

Nel pomeriggio, dopo le 17, il Ministro Bianchi sarà a Capaci, al Giardino della Memoria Quarto Savona Quindici, per partecipare al momento del Silenzio, che verrà suonato alle 17.58, ora della strage, insieme a Tina Montinaro, moglie dell’agente Antonio Montinaro, alle studentesse e agli studenti. Alla stessa ora, sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, davanti a quella che fu la casa del giudice, un trombettista della Polizia di Stato suonerà il Silenzio in onore delle vittime e verranno letti i nomi dei caduti negli attentati di Capaci e di Via d’Amelio. Saranno presenti, insieme agli studenti e ai cittadini, tra gli altri, Maria Falcone e il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico.   
Sarà possibile seguire il racconto della giornata e ascoltare direttamente le voci dei giovani che parteciperanno alla manifestazione attraverso i canali social del Ministero dell’Istruzione e della Fondazione Falcone tramite l’hashtag #LaMemoriadiTutti.   

Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, UNICEF Italia e Ministero dell’Istruzione firmano Protocollo di Intesa

https://www.unicef.it/media/diritti-dell-infanzia-e-dell-adolescenza-unicef-italia-e-ministero-dell-istruzione-firmano-protocollo-di-intesa/
https://www.unicef.it/missione-e-storia/

Protocollo d’Intesa proposto nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivi: 1, 2, 3, 5, 8, 9.

La Presidente dell’UNICEF Italia Carmela Pace e il Direttore generale del Ministero dell’Istruzione/Direzione generale per lo Studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico Maria Assunta Palermo hanno firmato un Protocollo d’Intesa della durata di 3 anni per attività di promozione e attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nelle istituzioni scolastiche.

Le scuole sono i luoghi per eccellenza dove i nostri bambini e giovani si formano come adulti. È a scuola che vengono gettati i semi dei loro diritti, delle loro consapevolezza e conoscenza. La firma di questo Protocollo è per noi dell’UNICEF motivo di orgoglio, ma soprattutto di grande impegno perché ci consentirà, insieme al Ministero dell’Istruzione, di promuovere azioni sinergiche per diffondere la cultura dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza“, ha dichiarato Carmela Pace, Presidente dell’UNICEF Italia.

“L’UNICEF Italia dal 2009, in collaborazione con il MI, promuove il Progetto “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”, che ogni anno vede l’adesione di più di 700 scuole di ogni ordine e grado. Il progetto è finalizzato ad attivare prassi educative per promuovere la conoscenza e l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, assicurando in particolare l’attuazione dei principi di pari opportunità, ascolto, partecipazione e non discriminazione“.

Il Protocollo prevede la promozione di:

  • attività rivolte al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza con particolare attenzione alla prevenzione della dispersione scolastica;
  • iniziative di formazione e qualificazione di soggetti a diverso titolo impegnati professionalmente in attività con minorenni;
  • percorsi di educazione alla cooperazione internazionale e alla pace;
  • iniziative per migliorare l’accoglienza e la qualità delle relazioni, per favorire l’inclusione e la valorizzazione delle diversità e delle abilità differenti;
  • attività di prevenzione delle diverse forme di esclusione, discriminazione, bullismo e cyberbullismo, violenza fisica e verbale, prevedendo la partecipazione attiva da parte delle alunne e degli alunni.

« Media Literacy Versus Fake News » una ricerca realizzata da @UfficiostudioRAI e @CremitTW – IDMO

Ricerca proposta nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivo 9

https://www.idmo.it/wp-content/uploads/2022/05/Ricerca-Media-Literacy.pdf

Media Literacy Versus Fake News” di @UfficiostudiRai e @CremitTW: mappa delle azioni di #medialiteracy in Rai e in Italia nel contrasto alla #disinformazione online dal 2015

Dal 19 al 22 maggio, IMPOSSIBILE 2022, evento a Roma, è presente anche online dalle ore 8:30 alle 22. Uno spazio di confronto sui diritti delle bambine, dei bambini e degli adolescenti, con l’obiettivo di condividere proposte e interventi concreti per superare le disuguaglianze che la pandemia ha generato o aggravato. @SaveTheChildren

https://www.savethechildren.it/press/infanzia-impossibile-2022-i-am-mariupol

Evento proposto nell’ambito del progetto „Mediazione per l’accoglienza“ Consorzio Erasmus Plus 2021-1-IT02-KA121-SCH-000012059: Obiettivi: 1, 2, 3.

Durante l’intero programma, dal 19 al 22 maggio, IMPOSSIBILE 2022 anche online dalle ore 8:30 alle 22 con una serie di momenti live per riflettere e confrontarsi sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza messe a dura prova dagli effetti della pandemia, dai conflitti in atto, dalla crisi alimentare, dalle disuguaglianze e della povertà materiale ed educativa.

Rendere possibili le sfide per il futuro dei bambini che sembrano impossibili è il fil rouge del toccante video IMPOSSIBILE 2022 disponibile al link: https://vimeo.com/710068373/21eb040935

Le immagini iconiche di IMPOSSIBILE 2022 su conflitti, crisi climatica, migrazioni, povertà educativa e povertà digitale sono disponibili al link: https://www.contenthubsavethechildren.org/Share/r71q00218d1088p22e74md57…

B/roll, migrazioni, conflitti, crisi climatica: https://vimeo.com/706558429/61dc0eb71f

Per ulteriori informazioni:
Tel. 345 550813233896252743409367952
ufficiostampa@savethechildren.org
www.savethechildren.it

Erasmus+ Indire a FieraDidactaITA