Post in evidenza

Laboratori online Ambito n.6 Lombardia 29.06-31.08.2020 “Alla ricerca di paradigmi didattici innovativi” – Percorsi: Tutor – Expert Teacher – Teacher Trainer – Incontro 13.06.2020

https://www.liceogambara.edu.it/articolo/laboratori-online-ambito-n6-lombardia-2906-31082020

Incontro di presentazione del corso: Sabato, 13 giugno⋅ 15:00 – 16:00

Partecipa con Google Meet

meet.google.com/vcu-hyph-pdv

La formazione online che il Liceo Veronica Gambara propone per l’estate 2020 ai docenti dell’ambito n.6 Lombardia ed esterni all’ambito (previo accordo con il Direttore del Corso prof. Giovanni Spinelli) è articolata in 

  • due dimensioni (sincrona e asincrona), 
  • cinque moduli e 
  • tre percorsi 

che saranno completati qualora il docente abbia partecipato alle 25 ore in sincrono e abbia realizzato tutte le e-Tivities previste entro il 31.08.2020. E’ quindi possibile, ad esempio, che un docente iscritto al percorso Tutor possa completare il percorso Expert Teacher o che un docente iscritto a Teacher Trainer scelga durante il tragitto il profilo Tutor. 

                  I CONTENUTI 

Di seguito i contenuti dei moduli: 

  1. Alla ricerca di paradigmi didattici Innovativi: modelli di mediazione per l’introduzione competente delle TIC nella didattica quotidiana – Metodologie DidatticheAvanguardie Educative –  Best practice #LaScuolaNonSiFerma – Il centro di ricerca CREMIT

https://www.istruzione.it/coronavirus/didattica-a-distanza_lascuolanonsiferma.html

E-Tivity obbligatorie Modulo 1

  • 1 breve descrizione da consegnare in Classroom e da condividere da Google Drive (Documenti) in Padlet (profilo Tutor)
  • 3 brevi relazioni da consegnare in Classroom e da condividere da un unico Doc in PADLET 

(profilo Expert Teacher)

  • 5 brevi relazioni da consegnare in Classroom e da condividere da un unico DOC in PADLET 

(profilo Teacher Trainer)

sulle metodologie presenti alla pagina  

http://www.metodologiedidattiche.it/category/v-setting-daula-scuola/v15-biblioteche/

ovvero:

Aule disciplinari

Cooperative learning

Flipped classroom

Metodologia dell’espressione

Microlearning

Peer education

Project Based Learning

Classe/Scuola scomposta

Scuola senza zaino

Service Learning 

Twletteratura 

Writing and reading

Debate

EAS

Tinkering

TEAL

Storytelling

Il Metodo Scientifico con le STEM

Problem Solving

Metodo Euristico Partecipativo

Metodo Montessori

Jigsaw

IBSE

Circle Time

  1. Creazione di file audio o audiovisivi digitali, podcasting, video-lezioni, video-recensioni, tour virtuali, video-esecuzioni musicali
  • Tool per la creazione di file audio e podcast
  • Tool per la creazione di video digitali
  • Tour Builder – Google Earth
  • Tool per la creazione di infografica, Mood Board, Brochure, poster 
  • Tool per la creazione di video-lezioni e video-recensioni
  • Editing audio e audiovideo ( montaggio ), 
    • video-lezioni , video-esecuzioni musicali , tecnologie per la musica ( software di notazione, analisi, registrazione )
    • tool per l’editing video
    • tool per la gestione di video-lezioni musicali performative e teorico-pratiche
    • best practice di video esecuzioni e percorsi project oriented 
  1. Presentazione multimediale e Comunicazione interculturale
  • Digital Storytelling : metodologie e strumenti
  • La comunicazione professionale (Siti, blog, newsroom)
  • Gruppi didattici nei Social Network 
  • eTwinning – Europeana – School Education Gateway 
  1. Didattica Inclusiva e sicura con il Cloud
  • Tecnologie Digitali e DSA (Risorse IPRASE Trento)
  • la Comunicazione accessibile e inclusiva 
  • la comunicazione Non Ostile 
  • Progetto Generazioni Connesse, E-Policy, Advisory Board   https://www.generazioniconnesse.it/site/it/home-page/
  • Coding e didattica inclusiva (scuola dell’Infanzia e scuola Primaria) – modulo facoltativo 

E-Tivity obbligatorie Moduli  2, 3 e 4

  • 1 podcast (max 3 minuti), 1 file video (max 3 minuti), 1 videolezione (max 5 minuti), 1 bacheca virtuale da consegnare in Classroom  entro il 10 agosto 2020 

            (profilo Tutor

  • 1 podcast (max 3 minuti), 1 file video (max 3 minuti), 1 videolezione (max 5 minuti), 1 bacheca virtuale, 1 Tour virtuale, 1 Infografica/Mood Board/poster + 1 artefatto a scelta libera da consegnare in Classroom  entro il 10 agosto 2020 

(profilo Expert Teacher)

  • 1 podcast (max 3 minuti), 1 file video (max 3 minuti), 1 videolezione (max 5 minuti), 1 bacheca virtuale,  1 Tour virtuale, 1 Infografica/Mood Board/poster + Project Work da consegnare in Classroom  entro il 10 agosto 2020   (profilo Teacher Trainer)
  1. Condivisione come nuovo scenario dell’ ecosistema scuola 
  • Spazio ai progetti realizzati dai partecipanti in DAD (24 febbraio –  8 giugno 2020) e alle e-Tivities realizzate nel mese di luglio
  • Spazio alla Community #Formazione@mbito6Lombardia
  • Spazio ai Project Work realizzati durante la formazione
  • La parola ai nuovi Tutor, Expert Teacher, Teacher Trainer 

Struttura del corso 

Obiettivo del corso è fornire la formazione adeguata ai tre profili professionali previsti:

  • Tutor ( competenza digitale di base nel tutoraggio delle attività in D.A.D. .) 
  • Expert Teacher ( competenza digitale di livello medio/alto nella gestione delle attività in D.A.D.)
  • Teacher Trainer ( competenza digitale alta e competenza comunicativa adeguate a progettare e svolgere l’attività di Trainer all’interno del proprio istituto) 

Ogni modulo è costituito da 5 ore in sincrono  (Google Hangouts Meet) e circa 5 ore in asincrono (Google Classroom) finalizzate alla realizzazione di e-Tivities e, per il profilo di Teacher Trainer, anche di un Project Work che può contenere le e-Tivities realizzate e che  sarà presentato in forma di laboratorio online di 40 minuti condotto dal docente formando entro il 31 agosto 2020. 

Ad ogni attività sarà assegnato un punteggio. I percorsi sono flessibili e il profilo sarà determinato da una rubrica valutativa discussa e condivisa in Classroom all’inizio del corso.

Sussiste la possibilità per chi, per motivi personali, non riesce a portare a termine il lavoro previsto dal profilo scelto, di ricevere l‘attestato di partecipazione relativo 

  • ai laboratori seguiti e 
  • alle e-Tivities svolte in Classroom ( senza alcun punteggio). 

Tutti i laboratori online e il tutoraggio in Classroom saranno condotti dalla prof.ssa Marzia Vacchelli, risorsa Ambito n. 6 Lombardia per l’a.s. 2019/20.

La maestra Monica Arrighi curerà i contenuti e le attività inerenti il Coding e la Comunicazione Non Ostile

Il laboratorio dell’ 8 luglio 2020 Editing audio e audiovideo ( montaggio ), video-lezioni , video-esecuzioni musicali , tecnologie per la musica ( software di notazione, analisi, registrazione ) sarà condotto dai proff. Roberto Di Filippo e Claudia Franceschini. 

CAleNdario dei laboratori in Hangouts Meet

  1. Alla ricerca di paradigmi didattici Innovativi:
  • Lunedì 29 giugno 2020 16:00 – 17:30 + question time
  • Mercoledì 01 luglio 2020 16:00-17:30 + question time 
  • Lunedì 06 luglio 2020 16:00 – 18:00 + question time
  1. Creazione di file audio o audiovisivi digitali, podcasting, video-lezioni, video-recensioni, video-esecuzioni musicali
  • Mercoledì 08 luglio 2020 16:00 – 17:30 + question time
  • Lunedì 13 luglio 2020 16:00-17:30 + question time 
  • Mercoledì 15 luglio 2020 16:00 – 18:00 + question time
  1. Presentazione e Comunicazione multimediali 
  • Lunedì 20 luglio 2020 16:00 – 17:30 + question time
  • Mercoledì 22 luglio 2020 16:00-17:30 + question time 
  • Lunedì 27 luglio 2020 16:00 – 18:00 + question time
  1. Didattica Inclusiva con il Cloud
  • Mercoledì 29 luglio 2020 16:00 – 17:30 + question time
  • Lunedì 03 agosto 2020 16:00-17:30 + question time 
  • Mercoledì 5 agosto 2020 16:00 – 18:00 + question time
  1. Condivisione

Dal 10 al 31 agosto saranno condotti in date e orari concordati con la prof.ssa Marzia Vacchelli i laboratori online necessari al completamento del percorso Teacher Trainer.

I laboratori, dedicati alla condivisione dei Project Work, dovranno prevedere 

  • La presentazione del quadro concettuale
  • Esercitazione in apprendimento cooperativo 
  • Riflessione metacognitiva e question time 

I docenti con profilo Tutor ed Expert Teacher sono tenuti a partecipare per almeno 5 ore ai laboratori tenuti dai colleghi e a commentare in Classroom i Project Work. 

Sono previste sessioni di recupero dei laboratori online dei moduli tecnici per chi non potesse partecipare nelle date previste o volesse rivedere alcuni passaggi.

Iscrizioni 

Le iscrizioni sono da inviare entro lunedì 22 giugno 2020  tramite il modulo al link: 

https://forms.gle/kZ24Ha8E8S4t3xDN6

InfoS

Ulteriori Informazioni riguardanti i contenuti e la struttura del corso possono essere richiesti per posta elettronica all’indirizzo

mediaeducation@liceogambara.edu.it

European citizens’ initiative: Free sharing of protected works while compensating creators

Legalizzare la condivisione attraverso reti digitali, per fini personali e senza scopo di lucro, di file contenenti opere e altri materiali tutelati da diritto d’autore, diritti connessi e diritto sui generis del costitutore di banche di dati, al fine di bilanciare questi diritti degli autori e degli altri titolari di diritti con il diritto alla scienza e alla cultura di chiunque.

Con quest’iniziativa si chiede l’adozione di un atto legislativo che preveda un permesso di diritto d’autore, diritti connessi e diritto sui generis del costitutore di banche di dati per persone fisiche che condividono file attraverso reti digitali per fini personali e senza scopo di lucro.

— Leggi su europa.eu/citizens-initiative/initiatives/details/2020/000004_it

Le scuole bavaresi cercano insegnanti a tempo determinato di rinforzo, per la situazione che si verrà a determinare a causa delle eventuali assenze degli insegnanti e per la costituzione di gruppi

Jetzt als Team-Lehrkraft die bayerischen Schulen unterstützen!
— Leggi su http://www.km.bayern.de/allgemein/meldung/7028/jetzt-als-teamlehrkraft-die-bayerischen-schulen-unterstuetzen.html

“Stare bene a scuola”, il documentario che racconta l’innovazione della scuola in Italia dagli anni 50 ad oggi – Indire

“Stare bene a scuola”, il documentario che racconta l’innovazione della scuola in Italia dagli anni 50 ad oggi – Indire
— Leggi su www.indire.it/2020/08/06/stare-bene-a-scuola-il-documentario-che-racconta-linnovazione-della-scuola-in-italia-dagli-anni-50-ad-oggi/

5 agosto 2020, 16:00- 17:30 Wikimedia e cultura libera. Incontro con Matteo Ruffoni

https://www.liceogambara.edu.it/articolo/laboratorio-del-5-8-2020-aperto-tutti-jitsi-meet-tema-wikimedia-e-cultura-libera-ospite-i

l laboratorio online di oggi, 5 agosto 2020, ore 16:00 -17:30 introdurrà Wikimedia e il software libero.
Ospite il prof. Matteo Ruffoni, Presidente di Wikimedia.
La riunione sarà quindi in Jitsi Meet.

ID RIUNIONE: meet.jit.si/wiki2020


L’incontro è aperto a tutti i docenti del Liceo Gambara e dell’Ambito 6, anche non iscritti alla formazione ed è un momento di riflessione sulla didattica integrata e soprattutto sulla valutazione di compiti di realtà. Creare attività su Wikipedia è infatti espressione alta di apprendimento autentico.

Alla Cattolica debutta il corso di laurea per formare i professionisti della narrazione

Dal 5 ottobre si inaugura un percorso formativo inedito nel panorama didattico italiano: per l’anno accademico 2020/2021 nasce a Milano presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore un nuovo corso di laurea magistrale, “The art and industry of narration: from literature to cinema and tv”, completamente in inglese, all’interno della facoltà di Lingue, letterature e culture straniere. Le iscrizioni sono già aperte, fino al 29 settembre.

L’arte della narrazione ha assunto un’importanza sempre più rilevante, non solo nelle aree classiche della narrativa e dell’editoria ma anche nei prodotti televisivi e cinematografici, all’interno di uno scenario sempre più multimediale che vede coinvolti nuovi player e nuove piattaforme, accanto a strumenti di comunicazione come i social network che utilizzano lo storytelling.

Il corso, della durata di 2 anni, nasce per rispondere a all’esigenza, sia artistica che industriale, di formare i futuri professionisti nell’ideazione, sviluppo e distribuzione di contenuti narrativi; l’obiettivo del percorso didattico è fornire agli studenti strumenti validi e concreti per intraprendere una carriera nel settore della narrazione, basata su una solida base letteraria, che sappiano trovare nuove storie e raccontarle in modo efficace attraverso le tecniche e le modalità in cui oggi possono essere declinate sui diversi media.

La progettazione e il coordinamento di questo nuovo corso di laurea nascono dalle esperienze di ricerca ma anche professionali di due docenti della Facoltà di Scienze Linguistiche dell’Università Cattolica di Milano: Arturo Cattaneo, ordinario di Letteratura inglese, giornalista professionista e autore di romanzi, e Armando Fumagalli, ordinario di Semiotica e consulente di sceneggiatura per la Lux Vide (Anna Karenina, Guerra e Pace, le tre stagioni di Medici e la serie in produzione per Rai1 Leonardo), nonché direttore del Master in International Screenwriting and Production, da 20 anni vera e propria fucina di talenti della scrittura per il cinema, la Tv e l’editoria e della produzione audiovisiva.

È previsto il coinvolgimento di docenti che uniscono alla formazione accademica un impegno diretto nell’industria editoriale e televisiva, come Paolo Braga, uno dei più apprezzati docenti italiani di sceneggiatura televisiva e che ha anche lavorato per Ballandi Entertainment, Fox e Lux Vide, Daniela Pagani, editor e responsabile della comunicazione per le edizioni Neri Pozza, ed Eleonora Fornasari, autrice di programmi per bambini della Rai e di libri per ragazzi, oltre che sceneggiatrice di animazione per prodotti internazionali come Giulio Coniglio o la pluripremiata serie YoYo.

Tra i corsi previsti: storia dell’industria cinematografica, l’arte e l’industria dell’editoria, dal romanzo al film (con uno approfondimento della letteratura sia britannica che statunitense), scrittura per cinema e tv, scrittura e produzione per l’animazione, cinema italiano contemporaneo.

Nel percorso studi è previsto anche uno specifico focus sull’animazione e sui prodotti per bambini e ragazzi. «L’animazione e i prodotti per i più giovani sono parte di un settore ormai strategico a Milano – afferma Armando Fumagalli – una città che ospita la sede di Disney Italia, DeAgostini, Atlantyca (la ‘madre’ di Geronimo Stilton), Piemme (con il marchio Il battello a vapore) e diverse case di produzione di animazione e/o specializzate in contenuti per bambini e ragazzi come 3Zero2 (Alex & Co., Penny on M.A.R.S., Come diventare grandi nonostante i genitori)».

«Il nuovo indirizzo – dichiara Arturo Cattaneo – avrà una solida base letteraria applicata alle forme di narrazione del mondo moderno: autori come Shakespeare non sono limitati alla sfera del mondo anglosassone, ma sono veri e propri padri della letteratura universale e di archetipi narrativi che si trovano anche nel cinema e nelle serie tv contemporanee».

— Leggi su scuola24.ilsole24ore.com/art/universita-e-ricerca/2020-07-30/alla-cattolica-primo-corso-laurea-formare-professionisti-narrazione-165009.php

Pratica del teatro, del pensiero e della danza. Una proposta rivolta ai ragazzi e non solo / Cesena / Home – Corriere Cesenate

Pratica del teatro, del pensiero e della danza. Una proposta rivolta ai ragazzi e non solo
Riprendono le attività di Societas in città. Sono aperte e gratuite le iscrizioni agli esperimenti di “Puro intervallo. Artigianato sociale del Teatro allo Sferisterio” a cura di Claudia Castellucci e Chiara Guidi

— Leggi su www.corrierecesenate.it/Cesena/Pratica-del-teatro-del-pensiero-e-della-danza.-Una-proposta-rivolta-ai-ragazzi-e-non-solo

Questionario Modalità didattiche in DAD- Primo report – Indire

Data l’urgenza che la situazione comportava , il passaggio dalla didattica in presenza a quella cosiddetta “a distanza” è avvenuto in maniera”forzata”, non lasciando spazio all’intenzionalità e alla progettualità che caratterizzano, invece, le attività didattiche attuate per scelta.

Ed è stato proprio questo elemento di “estemporaneità” che ha destato l’interesse del gruppo di ricerca Indire che ha deciso, così, di indagare questo fenomeno per trarne utili elementi per il futuro, soprattutto in vista della ripresa delle lezioni in presenza a settembre.

Al questionario online hanno risposto più di 3.700 docenti italiani e attraverso le loro risposte è stato possibile ricostruire le modalità didattiche messe in praticainsieme ai loro alunni: le tipologie adottate (attività sincrone, asincrone, laboratoriali e di ricerca offline o risorse per lo studio individuale), la frequenza, il tipo di conduzione delle attività in relazione alle dinamiche di classe e le strategie didattiche applicate.

Le altre dimensioni indagate mediante i quesiti del sondaggio sono state:

  • tecnologia – l’assetto e le soluzioni tecnologiche utilizzate come app, software e ambienti digitali;
  • partecipazione e inclusione – il coinvolgimento degli studenti e i fattori che hanno influito sulla relazione educativa
  • contenuti e curricolo  – la progettazione dell’attività curricolare
  • organizzazione e leadership scolastica – il ruolo del Dirigente scolastico durante la DaD e la comunicazione interna dell’istituto
  • valutazione -le tipologie di rilevazione e feedback e la condivisione dei processi valutativi
  • formazione – l’esperienze realizzate durante il lockdown e la percezione della loro utilità ai fini dello sviluppo professionale.

Questa prima estrapolazione dei dati, riportata nella pubblicazione, così come l’intera indagine non sono da intendersi come esaustivi di una situazione generale che porta con sè numerose sfaccettature, bensì come stimolo alla discussione e riflessione intorno ad un periodo che ha posto il sistema scolastico italiano dinanzi ad una grande sfida e da cui si può trarre un insegnamento per il futuro

Link al report:

www.indire.it/wp-content/uploads/2020/07/Pratiche-didattiche-durante-il-lockdown-Report-1.pdf

(S)parlare nel web – Fondazione ISMU

Una scuola che previene e contrasta l’odio e il razzismo online è una comunità educante che assume l’educazione alla cittadinanza – digitale e interculturale – come linea guida educativa”: è l’idea di fondo di questa Guida nell’affrontare il tema della diffusione dei discorsi d’odio tra online e offline, che contaminano le nuove generazioni e che rappresentano una difficile sfida educativa per i docenti e per tutto il mondo della scuola, chiamata ad accompagnare la complessità del cambiamento introdotto dal Web.

Cosa fare per sviluppare nei ragazzi più consapevolezza sui rischi della Rete e aiutarli a riconoscere le fake news? Come educare i giovani a non rimanere passivi di fronte a episodi di hate speech e fornire loro gli strumenti necessari a contrastarlo? Come indurre gli studenti a un utilizzo della Rete in modo civico, democratico e responsabile?

(S)parlare nel Web. Razzismo online ed educazione alla cittadinanza si propone di far riflettere e di rispondere a queste e a molte altre domande che ruotano attorno al tema del razzismo e dell’odio online, fornendo ai docenti elementi teorici, ma soprattutto pratici, utili a orientare le strategie educative e ad affrontare questi argomenti in classe.

La guida raccoglie anche strumenti e indicazioni per il lavoro in classe, utili a stimolare negli alunni il pensiero critico e indurli “ad abitare” la Rete in modo responsabile: Parole O_Stili: il Manifesto e la raccolta di racconti, La Piramide dell’Odio e UndeRadio. Realizzare podcast.

Propone anche utili Spunti educativi e didatticiper i docenti e una ricca Sitografia ragionata.

Questa Guida è realizzata da Fondazione ISMU nell’ambito del Progetto 

Azioni e strumenti di governo per la qualificazione del sistema scolastico in contesti multiculturali

in collaborazione con  IIS Cine TV R. Rossellini, finanziato dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI). Si tratta di un progetto sulla governance che riunisce i principali attori istituzionali in tema di immigrazione e di minori: il Ministero dell’Interno, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

AUTORE: Stefano Pasta (cur.)
ANNO: 2020
EDITORE: Fondazione ISMU
— Leggi su www.ismu.org/sparlare-nel-web/

Archivio webinar (registrazioni) – eTwinning Italia – laboratorio online di lunedì 27 luglio 16:00-17:30

Nell’archivio #webinar Indire/ ETwinning Italia sono disponibili oltre 50 registrazioni di incontri con esperti della #didattica nazionale e internazionale, per più di 100 ore di formazione.

Scopri l’archivio👉 etwinning.indire.it/supporto-e-formazione/formazione-online/archivio-webinar-etwinning/

Lunedì 27 dalle ore 16:00 alle 17:30 il mio laboratorio sarà dedicato alla descrizione della piattaforma ETwinning e prevederà l‘esercitazion dei docenti in ETwinning Live.
Ti rimando l‘invito, se vuoi pubblicare, e inserisco anche l‘ID riunione:
III Modulo, 3^ Laboratorio online: la piattaforma eTwinning
ID riunione in Hangouts MEET:
meet.google.com/mss-tkaz-wnn
Il laboratorio di lunedì 27 luglio 2020 dalle 16:00 alle 17:30 sarà dedicato alla piattaforma internazionale eTwinning ( community costituita da più di 800.000 insegnanti, di cui circa 80.000 in Italia) e prevederà 
  • una prima parte in cui presenterò
–  la piattaforma  eTwinning
– e i materiali per l’Auto-apprendimento: 
PREPARATI A DIVENTARE UN ETWINNER ATTIVO
COMUNICARE IN ETWINNING
COLLABORAZIONE IN ETWINNING
COLLABORAZIONE – RISORSE 
GESTIONE DI TWINSPACE
SVILUPPO PROFESSIONALE E NETWORKING
COME OTTENERE LA QUALITÀ
(Indico già da ora una mia videolezione introduttiva dedicata a eTwinning:   http://somup.com/cYeolChEiL )
  • una seconda parte di esercitazione in piattaforma eTwinning Live. 
  • Durante il Question Time avrò modo di presentare brevemente anche la piattaforma Europeana 
  • https://www.europeana.eu/it

Epistemological Approaches to Digital Learning in Educational Contexts

 

Pubblicato il volume “Epistemological Approaches to Digital Learning in Educational Contexts“ di Linda Daniela, con il contributo della ricerca Indire sulle Piccole Scuole.

Forme di materialità educative emergenti. Le esperienze delle Piccole Scuole nel volume edito Routlege

di Giuseppina Rita Mangione.

È finalmente disponibile “Epistemological Approaches to Digital Learning in Educational Contexts“, il volume edito dalla Routledge- Taylor & Francis eBooks e dedicato a temi di attualità nell’istruzione scolastica e nelle scienze pedagogiche e relativi al processo di apprendimento in un ambiente arricchito di tecnologia e media. La pubblicazione apre, così, la discussione sullo sviluppo di una pedagogia intelligente capace di supportare gli studenti nel loro processo di apprendimento.

 

All’interno del volume, il capitolo “Materialities in digital education. A Focus on Small Italian Schools” è stato curato dai riceratori Indire Giuseppina Rita Jose Mangione e Samuele Calzone.
Il lavoro, nato dalla collaborazione tra il gruppo di ricerca delle piccole scuole e il gruppo di lavoro GPU, ha permesso di esplorare i modi in cui le materialità mediate dal digitale sostengono l’azione didattica degli istituti aderenti al Movimento delle Piccole scuole. Per farlo, i ricercatori hanno dapprima provato a identificare  alcune dimensioni della materialità, intendendola come componente intrinseca del sociale, network dentro e fuori la classe:  forme materiali “ri-mediate” a supporto di curricola verticali e sviluppo di competenze,  forme di città educante per un apprendimento diffuso e inclusivo, forme materiali educative centrifughe per il rafforzamento delle competenze, forme di meccagogia per l’inclusione sociale e culturale.
Identificate alcune direttrici di materialità, il lavoro compie un’analisi di come queste forme si ritrovino nei percorsi di cambiamento e innovazione delle piccole scuole italiane prendendo come oggetto le progettualità in risposta ad alcuni avvisi del PON Per la Scuola 2014-2020 a supporto della scuola inclusiva.
 
In una prima parte del capitolo , il lettore si troverà di fronte ad una fotografia delle piccole scuole rispetto a tutti gli avvisi del programma per poi concentrarsi sulle risposte a quelli del patrimonio, dispersione e competenze di base. Nella seconda parte  le progettualità di alcune scuole selezionate anche per la loro capacità di aver rivisto gli “ambienti” e gli spazi di lavoro,  vengono lette tramite approcci comprendenti, guardando alla materialità come strumento chiave del cambiamento.
Interventi a sostegno delle competenze di base, dell’inclusione sociale e lotta al disagio, della rivalutazione del patrimonio culturale come parte attiva della sfida educativa, trovano nella materialità una chiave per interpretare, senza pretese di esaustività, la “datità reale” attraverso una dialettica tra dispositivi e strategie spesso latenti che sono parte del campo di esperienza educativo delle nostre scuole.
 

 

Si ringraziano per la collaborazione l’IC ‘Tozzi’ di Civitella Paganico (GR), l’I.C. “Satriano”di Lucania (PZ),  l’I.C. “J. Stella” di Muro Lucano (PZ), l’I.C.”Polizzano” di Gangi (PA), l’IC Valle del Fino (TE), l’I.C di Foglianise (BN) e l’IC EDOLO (BS),  le cui esperienze sono state oggetto di approfondimento in questo lavoro.
 

 

twitter.com/indiresocial/status/1286296913076264966