12 – 13 dicembre 2022 BOLOGNA LIVE STREAMING Conferenza nazionale e Premi eTwinning 2022, prima giornata in diretta streaming

L’evento 

La Conferenza nazionale eTwinning 2022 “Esperienze didattiche per l’innovazione in Europa” , in programma il 12 e 13 dicembre a Bologna, rappresenta il più importante evento nazionale della community europea di scuole e docenti attivi in progetti di collaborazione a distanza con eTwinning.

L’evento è organizzato dall’Unità nazionale eTwinning, Agenzia nazionale Erasmus+ Indire.

La Conferenza nazionale prevede, nella prima giornata (12 dicembre), la cerimonia di consegna dei Premi nazionali eTwinning. Si tratta di un momento di celebrazione e disseminazione dei 10 migliori progetti di collaborazione tra classi attivati attraverso la piattaforma eTwinning svolti nell’anno scolastico 2021/22. 

Nella seconda giornata (13 dicembre) si terranno le sessioni di formazione professionale riservate ai docenti partecipanti in presenza, con workshop, presentazioine di buone pratiche e attività di networking.

La prima giornata di Conferenza, con la cerimonia dei Premi nazionali eTwinning 2022, sarà trasmessa in diretta streaming qui e sui canali social di “eTwinning Italia” (12 dicembre dalle 15.30 CET).

Erasmus + 2023: l’invito a partecipare ( Budget annuale: 4,2 miliardi di euro )

L’Italia e gli obiettivi di sviluppo sostenibile: il rapporto Asvis 2022

http://ilbolive.unipd.it/it/news/litalia-obiettivi-sviluppo-sostenibile-rapportohttp://ilbolive.unipd.it/it/news/litalia-obiettivi-sviluppo-sostenibile-rapporto

https://asvis.it/public/asvis2/files/Rapporto_ASviS/Rapporto_ASviS_2022/RapportoASviS2022.pdf

Il Rapporto 2022 dell’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), presentato il 4 ottobre all’apertura del Festival dello Sviluppo Sostenibile, fa squillare un forte campanello d’allarme sullo stato di avanzamento dell’Agenda 2030 a livello globale, ma anche a livello nazionale.

Il 2022 è stato un anno storico per la sostenibilità in Italia: la riforma degli articoli 9 e 41 ha introdotto, tramite la tutela dell’ambiente e della biodiversità, il principio di sviluppo sostenibile e quello di diritto delle generazioni future nella nostra Costituzione.

“Ciononostante costatiamo con amarezza che quest’anno sono stati fatti passi indietro” dichiara Marcella Mallen, presidente dell’Asvis, riferendosi agli effetti della guerra in Ucraina, ma anche ai diritti delle minoranze, tra cui quelli delle donne in Iran.

“Il 95% degli italiani è a conoscenza del concetto di sostenibilità”, spiega Mallen in riferimento a un sondaggio commissionato da Asvis a Ipsos. “Il 43% ha sentito parlare degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu, ma solo il 13% fa riferimento alla sostenibilità sociale”.

Se si guardano i dati di lungo periodo (dal 2010 al 2021) l’Italia mostra segni di miglioramento per la realizzazione di 8 dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030, sottoscritti il 25 settembre 2015 da tutti i Paesi membri dell’Onu: alimentazione e agricoltura sostenibile (Goal 2), salute (Goal 3), educazione (Goal 4), uguaglianza di genere (Goal 5), sistema energetico (Goal 7), innovazione (Goal 9), consumo e produzione responsabili (Goal 12), lotta al cambiamento climatico (Goal 13).

Si evidenzia un peggioramento complessivo per 5 Sustainable Development Goals (SDGs): povertà (Goal 1), acqua (Goal 6), ecosistema terrestre (Goal 15), istituzioni solide (Goal 16) e cooperazione internazionale (Goal 17). Mentre rimane sostanzialmente invariata la situazione per 4 SDGs: condizione economica e occupazionale (Goal 8), disuguaglianze (Goal 10), città e comunità sostenibili (Goal 11) e tutela degli ecosistemi marini (Goal 14).

[LIVE- UNIVERSITÀ DI PADOVA]

Sicurezza online a scuola, in arrivo un webinar eTwinning con gli esperti di Generazioni Connesse (22.11.22 ore 17:00)

di Lorenzo Mentuccia

Internet e le tecnologie digitali fanno parte della vita quotidiana, ormai anche scolastica, dei più giovani. Tale scenario rende necessario non solo promuovere un uso positivo della rete e degli applicativi digitali, ma anche prevenire, riconoscere e gestire eventuali situazioni problematiche.

Un supporto in questa direzione arriva dal seminario online organizzato il 22 novembre alle ore 17 dall’Unità nazionale eTwinning Indire, in collaborazione con il progetto Generazioni Connesse (Safer Internet Centre).

L’incontro fa parte del ciclo dei “webinar con esperti”, una serie di appuntamenti online pensati per offrire a docenti, dirigenti scolastici e personale scolastico un aggiornamento professionale altamente qualificato su tematiche attuali e di grande interesse.

Il webinar di martedì 22, dal titolo “Strumenti e pratiche di eSafety all’interno del progetto Generazioni Connesse: l’e-policy”, intende fornire informazioni e consigli per la produzione di una e-policy d’istituto.

L’e-policy è un utile documento programmatico, prodotto dalla scuola sulla base dell’indice ragionato messo a disposizione da Generazioni Connesse, volto a descrivere sia le norme comportamentali e le procedure per l’utilizzo sicuro delle tecnologie in ambiente scolastico, sia le misure per la prevenzione, l’identificazione e la gestione delle problematiche legate a un uso non consapevole degli strumenti digitali.

Relatori saranno Mauro Cristoforetti (Cooperativa EDI); Salvatore Ciro Conte (Telefono Azzurro); Daniele Catozzella (Save the Children Italia). A moderare l’incontro sarà Alexandra Tosi dell’Unità nazionale eTwinning Indire.

Il webinar si rivolge a docenti e dirigenti scolastici di tutti i livelli scolastici.

La partecipazione è gratuita, ma occorre registrarsi online. I posti a disposizione vengono assegnati fino a esaurimento, con priorità ai docenti iscritti a eTwinning.

La durata dell’incontro è di circa 2 ore e, al termine, sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Iscrizioni aperte >>

Non dis-perdersi – Azioni di Rete per contrastare la povertà educativa