L’IDEA DI BAMBINO NEI METODI “AGAZZI” E “MONTESSORI” E NELLE INDICAZIONI NAZIONALI

brescia.istruzione.lombardia.gov.it/wp-content/uploads/2020/01/incontro-CNIS_25-gennaio-2020.pdf

NE PARLERANNO:

Prof.ssa MONICA AMADINI

Prof.ssa Ass. di Pedagogia Generale Università Cattolica di BS

Dott.ssa PATRIZIA ENZI Psicopedagogista, formatrice Opera Nazionale Montessori

Prof.ssa ANNA BRAGHINI

UST di Brescia, referente formazione dei docenti

25 gennaio 2020 – h. 9,30 – 12,30 IIS “Piero Sraffa”

Via Daniele Comboni, 6 – Brescia

L’incontro è a ingresso libero. Agli interessati verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Gender In/equality in Media and Journalism | European Youth Portal

Gender In/equality in Media and Journalism

Participants will put their own experiences, values, and challenges in the forefront as a primary source for learning about gender in/equality in the media.

Age of participation: 
18 – 30
Who is it for: Young People, Universities, Youth Organisations
Length of the course: 
5 weeks
Weekly commitment: 
3 – 4 hours
Gender In/Equality in Media and Journalism provides an innovative intercultural learning experience for those ready to address one of the pressing challenges of the modern media industries and beyond.

Students and young media professionals will engage with learning resources while exchanging on different aspects of the gender-media relationship. 

What kind of gender norms and stereotypes exists in media industries?
How might people with different identities research, analyse, or report on an event or policy differently? 
What would be different, if anything, if there was more diversity in leadership positions in the media?
In the 5-week Virtual Exchange Course, participants discuss these and other questions during small, intercultural, facilitated, online group meetings. Inspired by learning resources and expert content they learn with and from each other about different aspects of the gender-media relationship.

Participants gain a grounded understanding of different inequality and intersectional issues including:

Representation, stereotyping employment and working conditions
Access to decision-making and leadership positions
The implications of digitalisation for media professions
Harassment and abuse in the newsroom
Issues of governance and policy
Practice-based assignments are also part of the course. Participants will create a video- audio- or written report based on community interviews. 

Read more about the weekly themes, learning outcomes and assessment in the Course Outline. 

APPLY NOW!

— Leggi su europa.eu/youth/erasmusvirtual/activity/gender-inequality-media-and-journalism_en

Via al concorso nazionale «Comunica l’Europa che vorresti»

Il Miur e il Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri lanciano il concorso nazionale “Comunica l’Europa che vorresti”, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

L’iniziativa intende stimolare un approfondimento e condivisione dell’idea di Unione Europea, per analizzare in maniera propositiva il suo presente e il suo futuro, nonché individuare una modalità efficace di comunicare tali riflessioni.

Gli studenti sono chiamati ad elaborare un video della durata massima di 3 minuti, da realizzare con smartphone, videocamera o con il software di video editing ritenuto più appropriato, che comunichi in modo emozionale, creativo e coinvolgente una visione dell’Ue di chi è “nato europeo” e desidera illustrare ai suoi coetanei la propria idea di Europa.

Il video dovrà essere inviato entro il 30 marzo 2020 secondo le modalità indicate nel bando del concorso, dove sono anche segnalati i materiali di approfondimento da consultare.
I lavori presentati saranno valutati da una Commissione esaminatrice che selezionerà i migliori tre video prodotti.

Le classi vincitrici saranno premiate con una visita alle istituzioni europee a Bruxelles, organizzata dal Dipartimento per le Politiche europee e dal Miur, in collaborazione con gli Uffici del Parlamento europeo e della Commissione europea.

— Leggi su scuola24.ilsole24ore.com/art/scuola/2020-01-09/via-concorso-nazionale-comunica-europa-che-vorresti-190628.php

Black Mirror: seminario di approfondimento organizzato dalla rete ambito 6 Lombardia e tenuto dal prof. Davide Bennato, docente di Sociologia dei Media Digitali presso Università di Catania/ 17 e 18 gennaio 202O presso Istituto Abba Ballini.

Per iscrizioni (entro mercoledì 15 gennaio 2020)

https://forms.gle/AXzZ5J8DrMc5XzYw7

Per informazioni:

mediaeducation@liceogambara.edu.it

All‘attenzione della prof.ssa Marzia Vacchelli

Stopping online disinformation: six ways you can help

Stopping online disinformation: six ways you can help

European Commission
Jul 9, 2019 · 3 min read
Disinformation is no joke. We all need to work together to help stop it from spreading. Here are some practical tips to help you identify it online.
— Leggi su medium.com/@EuropeanCommission/stopping-online-disinformation-six-ways-you-can-help-d25489724d45

ATEE 2020 Conferences & Call for Chapters: Designing the Future of Social Professions

ATEE 2020 Conferences
Winter Conference 
Teacher Education for Well-Being in Schools
Stefan cel Mare University in Suceava (Romania)
2729 April 2020
http://atee2020.education
Abstracts submission: 10 January

Spring Conference 
Social Justice, Media & Technology
in Teacher Education
University of Florence (Italy) 
2022 May 2020
https://www.ateespring2020.education
Abstracts submission: 15 January

Annual Conference
(Re)Imagining & Remaking
Teacher Education 
University of Warsaw (Poland)
79 September 2020
http://atee2020.pedagog.uw.edu.pl/
Abstracts submission: 15 March

Call for Chapters –
Knowledge and Action: Designing the Future through Social Professions 

José Gijón & Kristine Harrison (Eds.)

Social professions will have 
a stronger relationship with the future of human groups: social development, 
resolution of social problems in the different contexts, and support for disadvantaged groups. This future will likely go through the redefinition of professions and definition of complementary training itineraries.

Any idea on the future of social professions?
You are invited to submit a chapter no later than 31 January 2020!

Concorso intrascolastico: un TG da Sogno. “Cosa accadrà nel 2038? Quali notizie vorremmo sentire al telegiornale?” ( upload del video entro il 30.04.2020)

www.educazionedigitale.it/bperbanca/wp-content/uploads/2019/09/regolamento-concorso-BPER.pdf


Partecipare è semplice
: la classe dovrà rivestire il ruolo di una redazione televisiva e produrre un elaborato creativo in formato video, che rappresenti un notiziario ideale, trasmesso nel 2038.
 

REGOLAMENTO

Per partecipare al concorso l’insegnante dovrà guidare la classe nella produzione di un elaborato creativo sotto forma di video.

Il video dovrà rappresentare un ideale notiziario televisivo in onda nell’anno 2038: gli studenti dovranno “sognare” un mondo migliorato grazie ad una più sostenibile ed attenta gestione delle risorse, in particolare di quelle finanziarie.

Il notiziario ideale dovrà essere composto da 3 servizi:

• Attualità: la sezione potrà riguardare cronaca, curiosità, personaggi.

• Sport: in questo caso si potranno immaginare eventi, campionati, società.

• Tecnologia: la rubrica dovrà focalizzarsi su invenzioni, energia, trasporti.

Per lasciare campo libero alla creatività dei ragazzi e delle ragazze, si richiede come unico vincolo, che ciascuna notizia ideale, venga collegata al processo finanziario sostenibile ed etico che l’ha resa possibile.

FASI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

1. Scaricare la scheda tecnica dall’area web dedicata

2. Produrre il video secondo i suggerimenti della scheda tecnica

3. Caricare il video su Vimeo e copiare il link del video stesso

4. Entro il 30 aprile 2020, copiare ed incollare il link nell’apposita sezione Gallery, compilando i

campi relativi alla categoria di partecipazione (scuola secondaria di I grado o secondaria di II

grado), alla scuola ed alla classe di riferimento

5. Coinvolgere familiari e amici chiedendo di accedere alla Gallery e votare l’elaborato della propria

classe con un like, al fine di ottenere il maggior numero di voti

Una volta terminata la fase di votazione “popolare” tramite i social network, i video che avranno ottenuto più like per ciascuna categoria, passeranno al vaglio della giuria di esperti di BPER Banca, la quale dichiarerà a proprio insindacabile giudizio e senza un ordine preferenziale, le tre classi vincitrici per ciascuna categoria. I criteri di valutazione che saranno utilizzati per individuare i progetti da premiare sono: originalità, qualità del video, capacità di sintesi nella rappresentazione dei tre servizi.

PREMI

A ciascuna classe vincitrice verrà assegnato un set completo per la produzione di video professionali del valore di circa 1500,00 euro (a seconda del valore di mercato contingente delle sue parti), composto da:

• Fotocamera mirrorless digitale

• Microfono professionale

• Treppiedi video con testa fluida

• Kit di illuminazione professionale

Digital Information Literacy: Futura

liceocuneo.it/pnsd/futura-is-digital-information-literacy/

I docenti che intendono iscrivere gruppi-classe devono compilare il seguente modulo
https://forms.gle/DKHQRGCPQAe9g1RE6 nel quale allegheranno i dati dei loro studenti e le relative e-mail con le quali generare le credenziali di accesso alla piattaforma.La scadenza per le iscrizioni è fissata al 15 gennaio 2020.

Il corso si articola in 4 moduli con delle “micropillole” formative video di 5 minuti ciascuna.5 micropillole da 5 minuti  per ciascuno dei 4 modulo = totale circa 2 ore per visionare i video proposti. Ciascuna pillola è supportata da una dispensa (di soli 10 pagine) e richiede di effettuare un test finale di 5 domande, mentre ciascun modulo richiede di presentare un lavoro finale ai tutor. Possiamo quantificare in 1 ora il lavoro aggiuntivo di studio e rielaborazione per ciascun modulo per un totale di 4 ore. L’impegno richiesto per portare a termine la formazione è di circa 6-8 ore per uno studente medio della scuola secondaria superiore. La partecipazione al progetto è quindi legata al singolo studente, che potrà fruirne liberamente in orario extracurricolare. Per questo motivo possono partecipare al progetto anche classi non nella loro integrità. Il docente di classe potrà liberamente scegliere se riprendere o meno e/o utilizzare le lezioni in classe, sapendo che il corso on-line è già completo e gli studenti saranno seguiti da tutor on-line.

Traineeship: European Commission, European Parliament, Council of the European Union Court of Justice, Committee of the Regions, European Economic and Social Committee, European Ombudsman, European Data Protection Supervisor

Trainees work all over the European Commission, its services and agencies, mostly in Brussels, but also in Luxembourg and elsewhere across the European Union.

The nature of your work will depend on the service you are assigned to.

You may, for example, work in the field of competition law, human resources, environmental policy, etc.

What does the traineeship offer?
Insight into the processes and policies of the European Institutions;

The opportunity to contribute to the day-to-day work of the Commission’s;

The opportunity to put academic theory into practice.

What does a trainee’s daily work consist of?
Attending and organising meetings, working groups, and public hearings;
Researching, drafting end editing documentation – including reports and consultations;
Answering citizens’ inquiries;
Supporting the management of projects.
What do we expect from you?
An open-minded approach to European issues;
An interest in learning about the Commission’s working methods;
Willingness to work in a multicultural environment;
To contribute to the Commission’s daily work from a fresh perspective;
A proactive attitude.
 

Scientific traineeships are also available at the European Commission’s Joint Research Centre (JRC).

Interested in a traineeship at another institution?
European Parliament
Council of the European Union
Court of Justice
Committee of the Regions
European Economic and Social Committee
European Ombudsman
European Data Protection Supervisor
— Leggi su ec.europa.eu/stages/about_en