ERASMUS+ PHOTO COMPETITION📷🏆

Tell us your Erasmus story through a picture!

We will select the best stories from 1987 to 2019.
Were you part of any of the Erasmus+ predecessor programmes: Comenius, Leonardo Da Vinci, Grundtvig, Youth in Action etc.?

Your entry is needed too!

🗓️ The competition will end on 13-01-2020 – 11:59 PM

https://pr.easypromosapp.com/p/883663?uid=634085623&lc=eng

Dire è pensare. La bizzarra e inattesa relazione tra linguaggio ed esperienza del mondo – Il Sole 24 ORE

ChissĂ  che una mentalitĂ  meno egocentrica non possa aiutarci, singolarmente e come Paese, a navigare il Mondo e questi tempi complessi con maggiore cognizione ed efficacia. Guardando troppo la punta dei nostri piedi abbiamo forse perso il contatto con l’orizzonte e smarrito il senso di questo viaggio. Aiutiamoci, insieme, a riconquistarli questo senso e questa direzione, a partire dalla rinnovata consapevolezza che la diversitĂ  dell’altro ci dice, innanzitutto, che siamo tutti esseri umani, ma che ognuno dev’essere umano un po’ a modo suo. Ecco il mio augurio per l’anno che verrĂ .
— Leggi su www.ilsole24ore.com/art/dire-e-pensare-bizzarra-e-inattesa-relazione-linguaggio-ed-esperienza-mondo-AC900p8

Documenti ufficiali | Erasmusplus

A questo link trovate la guida 2020 e altri documenti ufficiali da consultare per realizzare una buona progettazione ( ricordo che la scadenza per la presentazione delle candidature Ă© il 5 febbraio 2020!)

Documenti ufficiali | Erasmusplus
— Leggi su www.erasmusplus.it/erasmusplus/documenti-ufficiali-2/

Escher | #GiftForGuests

La grande mostra dedicata al geniale artista olandese Maurits Cornelis Escher arriva al Salone degli Incanti di Trieste dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020.

A Escher, artista sui generis che amava dire “lo stupore è il sale della terra”, si deve il merito di aver amplificato le possibilitĂ  immaginative della grafica e aver donato lo stupore, appunto, a tutti coloro che hanno osservato e osservano la sua opera dove tutto è connesso: scienza, natura, rigore analitico e capacitĂ  contemplativa. Partendo dalle opere di impronta art-nouveau risalenti al periodo della formazione presso la scuola di Jessurun de Mesquita, la mostra pone l’accento sul periodo del viaggio italiano di Escher.

Ispirato e influenzato dall’arte a lui contemporanea e del passato, Escher declina costruzione geometrica e rigore nel segno visionario della ricerca estetica piĂą pura. Artista poliedrico e contemporaneo al suo tempo, fu però capace di anticipare intere correnti artistiche come quelle del Surrealismo e dell’Optical Art di cui può essere considerato un esponente ante litteram. Infatti, egli non trova solo nel mondo dei numeri, della geometria e della matematica l’unica chiave dar forma al suo universo creativo. Genio complesso che attinge a piene mani ai vari linguaggi fondendoli in un nuovo intrigante percorso, può, in questo senso, considerarsi un unicum nel panorama della storia dell’arte di tutti i tempi che emoziona sempre il grande pubblico.

L’arte di Escher, che le nuove tecnologie digitali sembrano rincorrere facendone propri i risultati, infatti, non accusa i segni del tempo, sebbene siano trascorsi quarantasette anni dalla scomparsa del suo ideatore.

— Leggi su www.discover-trieste.it/Trieste-Now/Escher

STE(A)M IT project: Call for Teachers

http://www.scientix.eu/pilots/steam-it

STE(A)M IT project: Call for Teachers
European Schoolnet is looking for four teams of primary school teachers (teaching students aged 6- 11 years) and seven teams of secondary school teachers (teaching the same students aged 12-16) to join the STE(A)M-IT project (January 2020 – July 2021). The teams are expected to contribute in the tasks listed below:
• Support the project by leading the creation and development of Learning Scenarios on teaching Science, Technology, Engineering and Mathematics (STEM) in an integrated (interdisciplinary) way between them as well as with other non-STEM subjects, following the structure and rationale of the “master” Learning Scenario, which will be produced exclusively for this project.
• Participate in face-to-face workshops in Brussels. Each team member will attend individually one workshop. The workshops are scheduled to take place during winter and summer (27-29 February 2020, 2-4 July 2020, and June 2021, exact dates to be confirmed).
• Test and continuously improve these learning scenarios by implementing them in the classroom in order to support the measurement of the impact of the implementation. All teachers involved will test their own Learning Scenario as well as one created by another team of teachers, adapting the content to their students’ needs and provide feedback.
• Support the creation of two online massive courses (MOOCs) to help other teachers address various STEM topics and critical thinking in their classes (one for primary school teachers and one for secondary school teachers).
• Promote the adoption of these learning scenarios at the national level.
• Help disseminate the project through delivering webinars, promoting in social media, and producing content for newsletters.
The work presented in this document has received funding from the European Union’s ERASMUS+

La Labyrinth school di Brno: una scuola aperta al territorio – Indire

Nell’ambito delle attività della struttura di ricerca “Architetture e arredi scolastici: progettare nuovi spazi educativi e adattare ambienti di apprendimento esistenti”, i ricercatori Indire stanno approfondendo alcune tematiche volte a osservare esempi di didattica innovativa strettamente correlata alla definizione di nuovi spazi di apprendimento centrati sullo studente e sulle nuove esigenze organizzative dell’ambiente scolastico.

Il caso della Labyrinth School di Brno, in Repubblica Ceca, presenta un contesto che sposa i principi dell’insegnamento di John Dewey, basato sull’idea che l’apprendimento passi attraverso l’esperienza pratica e che la comprensione dei concetti avvenga tramite l’azione e la percezione del mondo. Nell’ambito di questo processo il bambino è il punto di partenza: è a partire da i suoi interessi e dalle curiosità che viene costruita l’attività didattica.

In questa scuola i bambini non stanno seduti per cinque ore ad ascoltare la maestra o a fare esercitazioni. Alla Labyrinth school le parole chiave sono: movimento, personalizzazione, ambiente di apprendimento allargato. Il movimento è una componente chiave nei processi di acquisizione delle conoscenze e di maturazione delle competenze; se è vero che aiuta a tenere ossigenato il cervello, è anche sinonimo di didattica attiva che prende la forma di compiti di realtà, fondamentali per attivare forme di apprendimento significativo.

In questo video, che documenta lo studio di caso condotto dalle ricercatrici Indire Raffaella Carro ed Elena Mosa, si vede come la cura e l’attenzione siano elementi fondamentali per favorire un clima di benessere psicologico e cognitivo. Difficilmente, infatti, si apprende in situazioni di disagio.
— Leggi su www.indire.it/2019/12/05/labyrinth-school-una-scuola-aperta-al-territorio/

Bando di partecipazione CONCORSO NAZIONALE “Raccontami l’autismo” 2019/2020

usr.istruzione.lombardia.gov.it/wp-content/uploads/2019/12/Bando-Raccontami-lAutismo-2019-20.pdf

Bando di partecipazione

CONCORSO NAZIONALE “Raccontami l’autismo” 2019/2020

AttivitĂ  di formazione e sensibilizzazione degli alunni

delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado sul tema dell’AUTISMO

– Visto il notevole successo riscosso dal Concorso Nazionale a premio “Raccontami l’Autismo”, bandito negli anni precedenti dal C.T.S. Agrigento, a cui hanno partecipato numerosissime scuole di tutta Italia, il C.T.S. Ag con sede adesso nell’I.C. “Gaetano Guarino” di Favara bandisce la nuova edizione 2019/2020.

Il concorso è rivolto a tutti gli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado del territorio nazionale, per promuovere il concetto della disabilità non come limitazione ma come opportunità di crescita per i singoli e per le comunità.


ARTICOLO 1 – TEMATICHE

Gli elaborati dovranno riguardare tematiche inerenti l’autismo e non necessariamente vissute in prima persona, ma di cui si è stati testimoni o frutto di ideazione dettata dalla fantasia. Questo per offrire ai concorrenti massima possibilità di espressione.


ARTICOLO 2 – OBIETTIVI

Il concorso intende stimolare negli alunni la riflessione sulle difficoltà, caratteristiche e potenzialità degli alunni autistici e della loro “diversa normalità”:

Favorire una reale integrazione degli alunni autistici nella realtĂ  scolastica e nella societĂ  in generale, promuovendo la libertĂ  di espressione artistica, stimolando la fantasia e la creativitĂ  e offrendo attraverso il concorso un’occasione di confronto tra studenti, famiglie, scuole e Istituzioni.

Far prendere coscienza ed educare al rispetto delle diversitĂ  e di tutte quelle che sono le caratteristiche, le potenzialitĂ , le debolezze e le difficoltĂ  delle persone affette da Autismo.


ARTICOLO 3 – DESTINATARI

Al Concorso saranno ammessi a partecipare singoli alunni, classi o gruppi classe di ogni ordine e grado:

scuole dell’infanzia;

scuole primarie;

scuole secondarie di primo grado;

scuole secondarie di secondo grado;

situate su tutto il territorio nazionale che abbiano inviato regolare domanda di iscrizione (Mod. 1 allegato al presente bando) entro il 30 gennaio 2020 e la scheda di partecipazione (Mod. 2 allegato) entro il 29 febbraio 2020, unitamente al lavoro svolto, indicando la sezione per la quale si concorre.

Ogni scuola provvederĂ  ad individuare un insegnante referente che seguirĂ  il progetto didattico nel suo itinere, assicurerĂ  la supervisione del lavoro e si assumerĂ  personalmente la responsabilitĂ  di tenere i contatti con la direzione del concorso.

La classe può decidere se inviare un lavoro (il migliore) fra tutti quelli realizzati dagli allievi, oppure inviare un lavoro collettivo, risultato della collaborazione di tutta la classe.


Convegno interregionale residenziale a Peschiera del Garda: “Indicazioni Nazionali e Competenze di Cittadinanza” – I Ciclo di Istruzione

brescia.istruzione.lombardia.gov.it/wp-content/uploads/2019/12/m_pi.AOOUSPBS.REGISTRO-UFFICIALEU.0011490.20-12-2019.pdf

Convegno interregionale residenziale a Peschiera del Garda «INDICAZIONI NAZIONALI E COMPETENZE DI CITTADINANZA» 12 e 13 febbraio 2020

La Scuola Polo Nazionale per il Nord -I.C. Vaccarossi di Cunardo, con la collaborazione del Comitato Scientifico Nazionale per le Indicazioni Nazionali del I ciclo e degli U.S.R. del Nord Italia, organizza quattro con- vegni interregionali tra le regioni Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Province Autonome di Trento e Bolzano, Liguria, Val d’Aosta, a completamento dell’azione formativa avviata nell’a.s. 2018-19.

Con riferimento al Convegno in oggetto l’USR Lombardia è invitato ad indicare 10 docenti con competenze in merito all’argomento trattato.

I docenti selezionati saranno ospiti, per i due giorni del Convegno, nella struttura successivamente indicata dai referenti del progetto.

Le candidature verranno presentate entro il 16 gennaio 2020 attraverso la registrazione in piattaforma:

https://forms.gle/7A6Jx7QzJgFaUGNAA